Nell’ultima gara contro il Teramo, Daniele Celiento si è rivelato decisivo con il suo gol del pareggio. Il difensore ex Catanzaro, fin qui sempre partito tra i titolari, ha già confermato il suo feeling con la porta, oltre che il buon rapporto instaurato con Auteri nelle scorse due stagioni in Calabria. Per parlare di questo ed altro ancora, la nostra redazione ha contattato Vincenzo Pisacane, agente del classe ’94: “Giudico il solito Celiento, perché per me è un giocatore molto importante. Non so come abbia fatto a non giocare in Serie B in tutti questi anni: è molto affidabile ed è tra i centrali più forti della categoria. Quest’anno in una piazza ed una società importanti come quelle di Bari, e con un mister che conosce la C a memoria, credo che possa fare davvero un grande campionato”.

Proprio sul mister siciliano e sulla sua scelta di trasferirsi in biancorosso, il procuratore ha valutato: “Ritrovare Auteri è stato fondamentale: lui è un martello e a Daniele piace tanto lavorare. Con il tecnico siciliano il posto non è mai assicurato, ma va guadagnato ogni settimana: la sua gara è l’allenamento, mentre la partita è una conseguenza. È venuto qui per vincere, e non credo che il Bari voglia nascondersi. È una squadra fatta per la promozione, anche la Serie B va stretta a questa piazza. È normale che lui possa e debba assolutamente lottare per la sfida comune, ovvero riportare il Bari nelle categorie che gli appartengono”.

Giunto in Puglia insieme a De Risio, la trattativa con i calabresi è sembrata più lunga del previsto. Ora, però, la possibilità di essere nuovamente alle dipendenze dei De Laurentiis, per cui giocò nel settore giovanile napoletano: “È stato fatto uno sforzo importante da ambo le parti. Daniele voleva andar via per poter andare in una piazza comunque importante come Bari. Era molto legato al Catanzaro perché gli ha dato tanto, però le ambizioni del presidente sembravano un po’ più soft quest’anno. Lui invece voleva andare a vincere, e il Bari ha fatto un sacrificio per poterlo prendere. Adesso da napoletano ritrova i De Laurentiis, c’è il figlio Luigi che sappiamo tutti che tipo di persona sia: è un presidente molto ambizioso. Come stile Napoli e Bari si assomigliano tantissimo, speriamo che i galletti possano avere tutti i successi che la proprietà ha fatto avere in azzurro”.

Sezione: Esclusive / Data: Mar 06 ottobre 2020 alle 19:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print