Ancora consensi ed applausi per il Bari di mister Vivarini. Ieri, nel big match di giornata contro la capolista Ternana, è giunta la terza vittoria consecutiva per i galletti. Sfruttato al massimo il doppio turno casalingo, ora - con nuova verve ed energie ritrovate - si punterà ad un difficile blitz in quel di Avellino.

La formazione compatta ed organizzata, messa in mostra contro le fere, ha già ottenuto una larga approvazione dalla platea biancorossa. Colpiscono ancora una volta le prestazioni di Sabbione e Costa. Il primo si è mostrato solido in difesa ed autoritario in area avversaria, dove ha trovato di testa il suo terzo gol stagionale. Costa si conferma come autentico assist-man, grazie ai due cross decisivi realizzati per Hamlili prima e Sabbione poi. Sugli scudi si è aggiunto proprio il centrocampista italo-marocchino, capace con un gran destro di sbloccare una gara molto complicata, oltre ad aver garantito la solita sostanza in mediana. Buone anche le prestazioni degli altri due centrali difensivi, Di Cesare e Perrotta, e soprattutto di Frattali che, di ritorno dal recente infortunio, ha subito risposto presente compiendo un mezzo miracolo su una palla sporcata da Scavone. Buon lavoro anche per il regista Bianco ed Antenucci che, nonostante non abbia trovato il classico gol dell’ex, ha comunque ben duettato con i suoi compagni di reparto.

Con Vivarini al comando, sono giunte ancora conferme per Simeri, considerato come partner ideale di Antenucci in avanti. Berra, meno brillante rispetto a Costa nei cross, ha il merito di aver bloccato un pericoloso Mammarella. Prove sufficienti anche per Scavone e per i subentranti Awua e Schiavone, ottimi nel mettere in ghiaccio la partita negli ultimi minuti.

Nessuna bocciatura, quindi, per gli uomini di Vivarini che adesso, forti di questa vittoria ottenuta con l’ormai ex capolista, possono sognare in grande e continuare con ancor più fiducia la propria scalata.

Sezione: Focus / Data: Lun 14 Ottobre 2019 alle 19:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print