Intervistato da ilquotidianodibari.it, l'ex giocatore del Bari Luigi Anaclerio ha parlato del suo passato in biancorosso, in particolare della sua seconda stagione al Bari: "In panchina c’era mister Perotti, un tecnico a cui sono legato. Mi vedeva come seconda punta, ma mi considerava un elemento importante della rosa. Nella stessa stagione realizzai anche due doppiette, con il Cittadella e contro il Messina. Mi usciva tutto bene, quella stagione arrivammo settimi, se avessimo iniziato con lo stesso piglio avuto dopo il cambio tecnico, forse avremmo conquistato la quarta posizione utile. Con l’avvento di Tardelli in panchina, invece, andai via perché non rientravo nei suoi piani… Ritornai a Bari con Guido Carboni dal 2004 al 2006, ma non avevo molto feeling con il tecnico. Giocare a Bari, comunque, è stato qualcosa di fantastico!”.

Inoltre, l'ex attaccante barese ha anche detto la sua sull'attuale Bari di Vivarini e su un'ipotetica corsa ai playoff“Non sapremo se i campionati ripartiranno, dico di sì. La Reggina ha fatto qualcosa di incredibile nel girone di andata, poi ha perso diversi colpi nel ritorno. Il Bari di Vivarini, invece, ha dovuto rincorrere, ed il tecnico è stato bravo a salire in corsa e dare morale e compattezza ad una squadra che aveva perso qualche colpo sotto la precedente gestione tecnica. Poi a gennaio è arrivato un fuoriclasse come Laribi, con Antenucci in attacco poi, ci avrei voluto giocare! Antenucci, insieme a Laribi, sono i migliori giocatori della ‘C’. Tiferò sempre Bari e vi svelo, che nella mia carriera se ho incontrato una ex ed ho fatto gol, non ho esultato solo contro il Bari, quando l’anno dopo Bari tornai a Treviso, segnai ed esultai. Bari è Bari, si ama!”

Sezione: Gli ex / Data: Mer 08 aprile 2020 alle 21:30
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print