Il sogno serie B si infrange al Mapei Stadium. Bari sconfitto dalla Reggiana che approda con merito nel campionato cadetto. La rete emiliana porta la firma di Kargbo, migliore in campo.

Di seguito le pagelle:

FRATTALI 6 Provvidenziale nella prima frazione su una gran conclusione dalla distanza. Può poco o nulla sul gol dei padroni di casa;

CIOFANI 4.5 Sbaglia tutto o quasi. In una partita così importante, è inammissibile commettere certe leggerezze: lascia Kargbo tutto solo di battere a rete;

DI CESARE 6.5 E’ l’ultimo ad arrendersi. Di testa le prende quasi tutte;

SABBIONE 6 Soffre Kargbo ma cerca di limitarlo con le buone e con le cattive;

COSTA 5.5 Una gara in chiaroscuro come la sua stagione. L’impegno c’è, la qualità un po’ meno;

SCHIAVONE 5 Non replica la brillante prova di qualche giorno fa. Ha difficoltà nell’impostazione ma anche i compagni non lo agevolano;

MAITA 5 Perde una miriade di palloni. Cerca di inserirsi più volte ma senza rendersi mai pericoloso;

HAMLILI 5.5 Poca quantità e poca qualità, a differenza di altre volte. Esce stremato;

LARIBI 5.5 Da uno come lui era lecito attendersi di più. In uno stadio che conosce come le sue tasche non mostra tutte le sue doti;

ANTENUCCI 6 Non è brillantissimo ma resta il più pericoloso dei biancorossi. Gli viene annullato, forse ingiustamente, l’ennesima perla della sua stagione;

SIMERI sv

COSTANTINO 5 Fatta eccezione per una sponda pregevole per Antenucci, non è mai in partita. Lento e macchinoso;

SCAVONE 5 La sua mezz’ora ricalca la sua stagione. Prevedibile;

BIANCO 6 Prova a ridare ordine alla mediana;

D’URSI 5 Vorrebbe spaccare il mondo. Finisce per perderle tutte o quasi;

TERRANI 6 Entra col piglio giusto. Sfiora il pari nel recupero;

VIVARINI 5 Prima dolorosissima sconfitta da quando è in Puglia. Atteggiamento troppo remissivo del suo Bari sin dall’ingresso in campo. Non riesce a centrare l’obiettivo e resta lo zero nella casella delle vittorie in trasferta in questo 2020.

Sezione: Il Pagellone / Data: Mer 22 luglio 2020 alle 23:10
Autore: Mario Caprioli
Vedi letture
Print