Intervista a Guido Angelozzi su La Gazzetta del Mezzogiorno. L'ex diesse del Bari avverte sulle difficoltà del prossimo match contro la Paganese (sua ex squadra): "Le trasferte in Campania sono sempre insidiose: pubblico molto presente, atmosfere calde. E’ scontato, però, che sul piano tecnico il Bari sia molto superiore: dovrà, tuttavia, dimostrare il suo valore sul campo. Bari è sempre nel cuore. La mia famiglia ci torna spesso proprio per i legami indelebili che si sono creati. E’ una sofferenza vedere relegata in C una città così innamorata della sua squadra. Tuttavia, la famiglia De Laurentiis è una garanzia. Hanno esperienza, non si tirano indietro, vogliono vincere. E faranno di tutto per raggiungere immediatamente la serie B".

Sul distacco dalla Reggina, l'esperto dirigente risponde così... "Può capitare qualche scossa di assestamento, si è passati anche da un cambio di allenatore. Ma i giochi non sono chiusi: otto punti in questa fase del campionato sono relativi. Una cosa è certa: il girone C è il più difficile in assoluto. Basti vedere blasone ed organici di Catania, Ternana e Catanzaro, oltre Reggina e Bari. Io, però, sono convinto che i biancorossi lotteranno per la promozione diretta".

Awua dallo Spezia al Bari in prestito. L'attuale dirigente dei liguri spiega: "Theophilus ha 21 anni ed è un elemento di sicura prospettiva. In questo momento abbiamo qualche defezione e ci avrebbe fatto comodo, ma era giusto fargli vivere a Bari un torneo da protagonista. A fine anno tireremo le somme e vedremo il da farsi. I rapporti con la dirigenza barese sono eccellenti".

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 15 Novembre 2019 alle 12:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print