La sessione invernale di calciomercato pare aver portato enormi benefici Bari. Gli ultimi risultati ma soprattutto le prestazioni dei nuovi arrivi hanno confermato la bontà delle operazioni in entrata, rendendo la rosa più forte e funzionale alle esigenze tecnico-tattiche del mister. L'inserimento nell'undici titolare di elementi del calibro di Ciofani, Maita e Laribi sta garantendo un upgrade in termini di manovra, qualità e solidità. 

Una situazione resa maggiormente emblematica ed evidente dall'attuale panchina dei biancorossi. I gregari di Vivarini potrebbero comporre una formazione davvero competitiva per la Serie C, con ogni probabilità da zona playoff. Tra i pali troveremmo Marfella, che si è ben distinto nelle 3 partite (subita un'unica rete su rigore) in cui è mancato Frattali. Davanti al classe '99, ci sarebbero Berra, a lungo tra i titolari, Pinto e Corsinelli. Il terzetto verrebbe poi completato da un altro elemento, la cui definizione appare complicata ma inevitabile con il recupero di capitan Di Cesare. Presenze alla mano, il candidato sarebbe Costa, il miglior uomo assist della squadra. 

A centrocampo non mancherebbe la fisicità con Folorunsho e Scavone, reduce dal primo gol stagionale ed in netta crescita psico-fisica. Insieme a loro l'infortunato Hamlili, che però nel giro di qualche settimana dovrebbe tornare in campo tra gli inamovibili ed aprire il ballottaggio tra Schiavone e Bianco. Sulla trequarti spazio a Terrani, giocatore altalenante ma dalle doti tecniche indiscutibili. Davanti una coppia da testare ma potenzialmente affine: D'Ursi e Costantino

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 18 Febbraio 2020 alle 23:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print