E' un Bari mezzo rivoluzionato quello che è uscito dal calciomercato estivo per mano del direttore Romairone. Tanti gli uomini che sono arrivati, scelti anche da mister Auteri, che ne ha apprezzato le qualità umane e sportive per un rapido adattamento al suo calcio. Tra chi ha convinto ed appare già punto fermo, vi è Tommaso D'Orazio. L'ex Cosenza, al netto di un piccolo problema fisico accusato nel primo tempo col Francavilla, è ritornato alla terza giornata e da lì in poi non è mai più uscito. Per lui parlano i chilometri macinati sulla corsia sinistra, oltre i due splendidi assist e il gol alla prima giornata.

Altro tassello imprescindibile è Daniele Celiento, titolarissimo nel terzetto di difesa. L'ex Catanzaro ha giocato tutti i minuti a disposizione in campionato e coppa, togliendosi lo sfizio di segnare tre reti. Il suo fisico brevilineo e la sua esperienza precedente con Auteri, lo rendono al momento inamovibile. L'altro ex giallorosso, Carlo De Risio, ha avuto decisamente più sfortuna. Finora 26 minuti in campionato, causa un infortunio muscolare che lo sta debilitando. Resta però negli occhi dei tifosi la splendida prestazione di Coppa Italia con la Spal, dove in coppia con Maita ha dominato il centrocampo. Auteri spera di recuperarlo il prima possibile, per riproporre la coppia che fin qui ha maggiormente impressionato.

Lorenzo Lollo è arrivato con Daniel Semenzato negli ultimi giorni di calciomercato. Per loro qualche spezzone di gara, in cui hanno dimostrato le loro qualità ma anche qualche passo indietro dal punto di vista fisico. Ad oggi i due stanno pagando proprio la forma fisica non ancora brillantissima, anche se sono pienamente considerati da Auteri. Stesso dicasi per Nicola Citro e Adriano Montalto, arrivati al gong del calciomercato. I due, per bocca di Auteri, sono ancora indietro, ma solo giocando e mettendo minuti nelle gambe potranno tornare in forma. Col Monopoli è arrivato l'esordio dal primo minuto per l'ex Frosinone, anche se nei quarantacinque minuti Citro non ha lasciato traccia. Potevo farlo invece Montalto, se solo il portiere del Monopoli non si fosse travestito da superman volando sul suo colpo di testa.

Tra i nuovi che stanno rispondendo bene vi sono Manuel Marras, Leonardo Candellone e Alessandro Minelli. L'ex Livorno è al momento il titolare nel tridente d'attacco e, a suon di dribbling, ha la piena fiducia di Auteri. Manca solo il gol, nonostante l'impegno e la corsa che ci mette fino al novantesimo. Gli altri due sono dei rincalzi nei rispettivi ruoli, abbinano generosità alla freschezza della loro gioventù. Quando sono stati chiamati in causa hanno risposto bene, seppur da Candellone ci si aspetta qualche cosa in più in termini offensivi.

L'unico oggetto ancora misterioso è Cristian Andreoni. Arrivato dal'Ascoli con buone recensioni, è restato al palo a causa di qualche piccolo problema fisico. Ad oggi ha raccolto solo 45 minuti con il Francavilla, troppo pochi per un giocatore dalle sue qualità. Il suo recupero sarà fondamentale per il proseguo del campionato.

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 23 ottobre 2020 alle 23:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print