Un successo di spicco. E' l'obiettivo di un Bari che questo pomeriggio, ospitando la seconda forza del campionato, ha la ghiotta occasione di recuperare punti preziosi e dare un segnale forse definitivo alla sua marcia.

I biancorossi sono ambiziosi, ma ora il campo deve certificare la forza di un gruppo rivitalizzato da Vivarini. Il San Nicola sogna un pomeriggio di dicembre di grande fascino: ad Antenucci e compagni il compito di non lasciare nulla al caso, e di gettare il cuore oltre l'ostacolo.

Non sarà semplice. Il Potenza del resto non è lì per caso: gruppo compatto quello di mister Raffaele. I lucani non perdono ultimamente un colpo e hanno calciatori di categoria in grado di impensierire. Bisognerà stare attenti al piede di Emerson, trattato nelle valutazioni pre-gara da più di un addetto ai lavori per la capacità di calcio. Bisognerà curare con attenzione la fame di Murano, attaccante principe del Potenza, ad un passo dal Bari di De Laurentiis nella passata stagione.

E i biancorossi? Tutti a disposizione, oggi. La speranza è che Antenucci non freni la sua marcia inarrestabile: la sua vena realizzativa è ormai un fattore distintivo. I suoi gol (e possibilmente anche quelli di qualcun altro...) sono l'ambizione da coltivare con un gioco continuativo e intraprendente. Il Bari ha tutto per far bene, pur - come detto - in un incontro non affatto semplice. I biancorossi però devono ora accelerare. Vincere col Potenza, sperare in un primo passo falso della Reggina, e non porsi più limiti. Diventerebbe una domenica magica.

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 08 dicembre 2019 alle 11:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print