Il campionato di Serie A femminile è fermo causa gli impegni della nazionale, per cui in questo momento le giocatrici della Pink stanno ricaricando le pile in vista dello sprint finale dell'ultima parte di torneo. Sotto la luce dei riflettori è finita Debora Novellino, autrice della doppietta della scorsa giornata, che si è raccontata in un'intervista a Tuttosport: "I pregiudizi li riscontriamo ovunque, c’è ancora tanta ignoranza in giro. Al Sud piano piano stanno capendo che anche noi sappiamo giocare a calcio e che con grande orgoglio rappresentiamo la Puglia e tutto il Sud Italia. Tante persone ci considerano ancora dei maschiacci, ma noi ci sentiamo donne con la D maiuscola".

In particolare la calciatrice ha parlato del suo rapporto con lo zio Walter, allenatore ex Catania e Avellino: "Ci sentiamo spesso, mi dà tanti consigli, ma quando sbaglio è pronto a bacchettarmi. L’anno scorso contro la Juventus sbagliai una diagonale e lui durante il matrimonio di mia cugina mi riprese davanti a tutti. A tavola invece di farmi uno schema sul foglietto, mi disse come avrei dovuto fare utilizzando due bicchieri, una forchetta e un coltello".

Spazio ad un commento sulla possibilità di fusione con la società maschile dei De Laurentiis: "Cambierebbero tante cose perché non è facile affrontare il campionato senza avere dietro una club maschile come Juve, Roma, Milan o Fiorentina. Se dovesse accadere il sindaco ci metterebbe a disposizione un campo a Bari con le sfide più importanti che si giocherebbero al San Nicola. Sapendo che saremmo legati al club maschile inoltre verrebbe più gente e anche gli sponsor sarebbero più attenti. E a quel punto potremmo lottare per qualcosa più della salvezza".

Sezione: La Bari in Rosa / Data: Ven 06 marzo 2020 alle 20:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print