La crisi generata dall'emergenza Coronavirus ha colpito anche calcio femminile, sia in Italia che nel mondo. A lanciare il grido d'allarme, come si legge su tuttomercatoweb.com, è stata la FIFPRO, il sindacato mondiale dei calciatori e delle calciatrici, che nella giornata di ieri ha pubblicato un documento sulle possibili implicazioni che l'emergenza sanitaria potrà avere sul movimento, chiedendo un supporto tempestivo alle autorità calcistiche e non affinché lo sviluppo e la crescita di questo sport non rischi un brusco stop.

La responsabile del femminile della FIFPRO Amanda Vandervort ha commentato così il problema che andrà fronteggiato nei prossimi mesi: "Riconosciamo le complesse implicazioni di questo momento sul calcio femminile, ma dobbiamo affrontarle insieme a testa alta. Abbiamo l’opportunità di apportare i necessari cambiamenti a beneficio del calcio nel suo insieme. Approfittiamo di questo momento per supportare le giocatrici e creare stabilità per il futuro". La FIFPRO ha offerto anche alcuni consigli da seguire affinché si possano quantomeno limitare i danni: dare priorità all'assistenza, alla salute, alla sicurezza e al benessere delle giocatrici in tutti i processi decisionali; applicare misure e condizioni finanziarie speciali per le giocatrici, i club e le competizioni femminili, ove necessario; sviluppare i sistemi di solidarietà e sostegno nel settore del calcio per garantire che il gioco femminile non subisca danni estremi.

Nel frattempo le giocatrici della Pink Bari continuano i loro allenamenti casalinghi, nella speranza che questo brutto periodo possa terminare e che si possa ritornare a giocare a calcio, centrando la salvezza in massima serie.

Sezione: La Bari in Rosa / Data: Ven 17 aprile 2020 alle 14:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print