Anche la Serie A femminile dovrebbe ripartire a metà luglio per portare a compimento le ultime sei giornate di campionato e far sì che sia il campo a decidere i verdetti in alto come in basso. La decisione definitiva sarà presa la prossima settimana durante il nuovo Consiglio Federale perché ci sono ancora dei punti da sistemare vista la specificità della categoria.

Il nodo da sciogliere è relativo al protocollo sanitario, che se da un lato dovrà essere uguale a quello maschile (perché la tutela della salute delle calciatrici deve essere uguale a quella dei calciatori) dall'altro richiede costi che non tutte le squadre possono permettersi. Servirà per questo l'intervento economico della FIGC per aiutare il calcio femminile a ripartire in attesa che torni sul tavolo anche il discorso del professionismo che in un prossimo futuro potrebbe davvero cambiare il volto del movimento e fargli fare quel salto di qualità che altrimenti sarebbe impossibile da fare.

La Pink Bari resta dunque in attesa di una decisione ufficiale, che verosimilmente arriverà nello stesso giorno in cui si conoscerà il destino del Bari maschile.

Sezione: La Bari in Rosa / Data: Sab 30 maggio 2020 alle 12:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print