Mirco Antenucci è stato, certamente, il grande colpo del Bari, e forse di tutta la Serie C. Non è mai stato un bomber di razza, ma una seconda punta, col fiuto del gol, capace di mettere in mostra giocate di altissimo livello.

L'attaccante molisano rappresenta sicuramente un lusso per il campionato di C, ma nonostante ciò non è ancora riuscito ad esprimersi al massimo, almeno in occasioni diverse dal calci da fermo. Tre, fino ad ora, le reti messe a segno, tutte su calcio di rigore; il gol su azione - in campionato - manca dallo scorso anno in Serie A con la Spal (Spal-Empoli 2-4 dello scorso 20 aprile). Una conoscenza ancora da oliare con la realtà della Serie C, Antenucci sembra non servito in modo adeguato dai suoi compagni e difficilmente può creare occasioni da gol da solo.

Mancano le sue giocate, una sorta di linfa vitale per il Bari attuale, che ora più che mai necessita dei colpi dei suoi campioni: chi meglio di Antenucci può tirar fuori il coniglio dal cilindro e scacciare via i problemi, nella speranza che nasca definitivamente l'amore con i gol, anche su azione. 

Sezione: News / Data: Ven 20 Settembre 2019 alle 14:00
Autore: Maurizio Ladisa
Vedi letture
Print