Mister Vincenzo Vivarini, intervenuto ai microfoni di RadioBari, ha così commentato l’importante vittoria raggiunta contro la Sicula Leonzio: “Tutti lo davano per scontato, ma per noi era molto importante riuscire vincere le ultime due partite. Abbiamo dovuto soffrire, ma c’è stata grande applicazione. Oggi abbiamo fatto un buon primo tempo, nel secondo invece è venuta meno un po’ di freschezza ma non abbiamo sofferto quasi mai. È stata più difficile del Rieti perché loro hanno messo più aggressività, fisicità e hanno sporcato la partita. Abbiamo provato a giocare molto la palla, cercando la profondità con gli attaccanti, ma fare tre partite in una settimana porta un grosso dispendio di energie”.

Sulla contemporanea sconfitta della Reggina, l’allenatore biancorosso resta cauto: “Penso sempre a noi. Dobbiamo assolutamente migliorare perché nel girone di ritorno è tutto un altro campionato. La Sicula Leonzio lo ha dimostrato, dato che è venuta qui a giocarsi la partita. Se non sei umile si fa fatica, ma mi piace analizzare il tutto a fine campionato”.

Sui nuovi arrivi, tra cui il neo acquisto Laribi“Non devo giudicarli io, hanno delle doti importanti. Devo pensare ad inserirli nel più breve tempo possibile nel progetto tattico della squadra. Ecco perché ho gettato nella mischia Laribi. Ha fatto un ottimo primo tempo, poi è calato ma non giocava novanta minuti da tanto. C’è da rimetterlo in forma, ma ha qualità e personalità. Maita ha retto tutta la gara, ha mostrato sostanza e qualità, può dimostrarsi preziosissimo”.

Su Simeri, autore del gol vittoria, Vivarini ha minimizzato: “Deve continuare così, si sta impegnando. Non sta facendo nulla di eccezionale perché un attaccante deve segnare. Gli dico sempre di non mollare niente, visto che se diventa superficiale poi sono problemi per tutta la squadra”.

Sezione: News / Data: Gio 23 Gennaio 2020 alle 00:15
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print