Procede senza freni la campagna di rafforzamento del Bari per la Serie C 2019/2020. Negli ultimi giorni il club biancorosso ha messo a segno colpi di grande spessore nel reparto arretrato, che ad eccezione di Di Cesare si ritrova ad essere completamente rivoluzionato. L'ultima trattativa, in ordine di tempo, riguarda il terzino Filippo Berra. L'agente del classe '95, intercettato in esclusiva dai nostri microfoni, ha così spiegato i retroscena e l'evoluzione dell'intesa con il Bari: "In pochi giorni è cambiato tutto - afferma Danilo Caravello - c'è stato l'intervento del Napoli per poter acquisire il cartellino. Poi soprattutto c'è stato rialzo dell'offerta economica al giocatore, che inizialmente non era uguale a quelle ricevute dai club di B interessati. Dieci giorni fa il Bari aveva fatto un semplice approccio, poi quando ha capito che sul giocatore c'erano diversi club di B, ha accelerato. Avendo proprietà e piazza del genere, se vuoi una cosa, la porti a casa".

L'ufficializzazione dovrebbe arrivare in tempi brevi: "Il giocatore è già in ritiro, ha ricevuto il nulla osta. Stiamo ultimando e scambiando gli ultimi documenti, che dovrebbe avvenire in massimo un paio di giorni. Formula? Sono cose che decideranno loro. E' stato prelevato a titolo definitivo dalla Pro Vercelli. Se poi andrà direttamente a Bari o in prestito dal Napoli, cambia poco". 

Caravello si è poi soffermato sulle forti motivazioni del suo assistito: "Il ragazzo è carico. Abbiamo scelto il Bari come loro hanno scelto noi. In una piazza così conta soltanto vincere. Progetto è comune, vogliamo arrivare il più in alto possibile come la società. Speriamo di riuscirci il più velocemente possibile. Questa proprietà non ha mezze ambizioni, anche se nel calcio bisogna sempre vincere sul campo. Speriamo la prossima estate di parlare di un'altra categoria".

L'agente ci ha, infine, descritto meglio le caratteristiche tecnico-tattiche di Berra, rivelatosi a sorpresa tra i goleador della Pro Vercelli nello scorso campionato: "E' un terzino di spinta, forte fisicamente. E' bravo nella propensione offensiva anche se è migliorato tantissimo in quella difensiva. E' reduce da un anno importante dove ha fatto nove gol, di cui due in coppa. Ha le caratteristiche di un De Silvestri o Rispoli. Può giocare anche difensore centrale all'occorrenza. Giocatore molto duttile, importante e completo". 

Sezione: Esclusive / Data: Mar 23 Luglio 2019 alle 17:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print