Raffaele Quaranta, 52 anni, ha giocato in gioventù sia con la maglia del Bari, con la quale vanta una presenza in Coppa Italia nel 1985, sia con quella del Monopoli, squadra con la quale ha affrontato l’allora serie C1 nella stagione successiva.

Il doppio ex, intercettato in esclusiva dalla nostra redazione ha commentato così la sfida di domani, tra gli uomini di Carrera e la truppa di Scienza: “Per il nuovo mister biancorosso sarà l’inizio di un percorso. Oggettivamente, è difficile immaginare un recupero sulla Ternana, quindi il compito principale dell’allenatore è consolidare il secondo posto, cercando di vincere i playoff. La squadra ha individualità importanti e può farcela. Anche grazie a qualche rinforzo da pescare tra gli svincolati. Su questo fronte, sono certo che la società non lascerà nulla di intentato per raggiungere la B, assecondando eventuali richieste dell’allenatore. Il Monopoli ha un progetto tecnico collaudato, sul quale lavora ormai da anni, e darà filo da torcere ai galletti. Auguro ai biancoverdi di arrivare ad una tranquilla salvezza, così come al Bari di tagliare il traguardo approdando in cadetteria.”

Interrogato sulla recente scelta del club di esonerare Auteri e Romairone, suo ex compagno di squadra ad Andria, Quaranta ha affermato: “Dispiace, ma il calcio è questo. A lungo c’è stata lotta per il primo posto con la Ternana, ma i risultati dell’ultimo mese hanno fatto allontanare tanto gli umbri. Ora, raggiungerli è complicato. Carrera ha accettato una bella sfida. Non conosce bene la Lega Pro, a differenza del suo predecessore, e dovrà adattarsi alla categoria. Ma può riportare entusiasmo nella piazza, che già adesso lo ha accolto molto bene. Sono fiducioso.”

Sezione: Esclusive / Data: Mar 16 febbraio 2021 alle 16:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print