Non sarà facile ripartire nel prossimo campionato. Anche per il Bari, nonostante la solidità e la serietà della sua proprietà, esistono problemi a causa della situazione critica dettata dal Coronavirus. Oltre alle grane prettamente tecniche da sbrigare, con la possibile riconferma di Scala e di mister Vivarini su tutte, ci saranno da fare i conti con la questione degli stadi chiusi e del reperimento di sponsor, necessari per gli introiti in un contesto come la Serie C.

Stando a quanto raccolto dalla nostra redazione, al momento resta tutto fermo in casa biancorossa. In una piazza piena di seguito come quella barese, non poter contare sulla componente tifosi e sugli abbonamenti è un danno economico non di poco conto. La calma piatta di questi giorni può essere presumibilmente ricondotta proprio a queste problematiche, che non permettono di avere un quadro chiaro sulla prossima particolare stagione. Soprattutto dal punto di vista del bilancio e del budget da destinare al mercato, che aprirà ufficialmente i battenti il 1º settembre. Nulla, ancora, è stato deciso in tal senso.

Il momento di riflessione della società dovrebbe continuare fino alla fine di questa settimana. E le auspicate schiarite, dunque, potrebbero essere attese con l’inizio della prossima, dove sarà in programma l’incontro tra le parti per disegnare il nuovo progetto tecnico. Sarà da sciogliere innanzitutto il nodo allenatore, con un candidato come Auteri in attesa e disponibile dovesse arrivare una chiamata.

Sezione: Esclusive / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 13:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print