Floriano divora tre gol. Mattera disattento, Brienza ci prova. Le pagelle

19.05.2019 17:30 di Mario Caprioli   Vedi letture
Floriano divora tre gol. Mattera disattento, Brienza ci prova. Le pagelle

Finisce prima del dovuto l'avventura del Bari nella Poule Scudetto. I biancorossi, considerati tra i favoriti alla vigilia del torneo, vengono sconfitti 1-0 ad Avellino. Partita decisa nella ripresa da De Vena che approfitta dello svarione difensivo di Mattera. Nell'ultima gara della fase a gironi, i lupi affronteranno il Picerno.

Di seguito le pagelle: 

MARFELLA 6 Non ha responsabilità sul vantaggio dei padroni di casa;

TURI 6 Tiene a bada il suo diretto avversario. Ordinato nelle due fasi;

MATTERA 5 Prima regala l’angolo da cui nasce il gol di De Vena. Poi se lo perde in marcatura;

DI CESARE 6 Baluardo difensivo, è l’ultimo a mollare. Prova a dare la scossa ai suoi compagni;

NANNINI 6 Corsa ed impegno, come suo solito. Non commette particolari errori;

HAMLILI 6 Il più costante della mediana biancorossa nell’intero arco del match. Regala a Floriano un pallone che deve essere soltanto spinto in porta;

BOLZONI 5.5 In difficoltà quando subisce il pressing dei centrocampisti di casa. Esce nella ripresa;

LANGELLA 5.5 Un’altra prova poco lucida della giovane mezz’ala toscana;

BRIENZA 6 Con le sue verticalizzazioni, è l’unico che prova ad illuminare la scena. Ma non basta;

FLORIANO 4.5 Ha il grande demerito di divorarsi tre clamorose occasioni da rete. In nessuna delle tre inquadra lo specchio della porta;

SIMERI 5.5 L’impegno ed il sacrificio non sono in discussione ma non è costante nei 90’. Sfortunato in occasione della traversa;

PIOVANELLO 6 Con i suoi dribbling, prova a rendersi pericoloso;

NEGLIA 5 Ha un impatto negativo sul match. Troppi errori palla al piede;

IADARESTA 5.5 Entra a gara in corso ma non incide a dovere;

FEOLA sv

LIGUORI sv

CORNACCHINI 5 Se con le cosiddette piccole del girone I, il suo Bari ha dimostrato di potersela giocare solo con le giocate dei singoli, lo stesso non si può dire con compagini di qualità superiore come Turris, Picerno ed Avellino. Zero gol fatti in quattro gare (compresi i match di andata e ritorno con i corallini) mostrano le evidenti lacune in fase di costruzione offensiva.