C'era una volta un Bari in grado di far sognare i propri tifosi e di imporsi sul palcoscenico della Serie A come una delle realtà calcistiche più innovative nel panorama italiano. A spiccare in quella formazione c'era anche Edgar Alvarez, esterno tutto qualità e velocità, che insieme ad Emanuel Rivas formava una batteria di fasce laterali in grado di mettere in difficoltà qualsiasi difesa avversaria.

Riavvolgiamo il nastro del tempo e partiamo dal principio, ossia dall'arrivo del calciatore proveniente dall'Honduras in terra pugliese. In dote portava il suo curriculum abbastanza pesante, dato che figuravano già diverse esperienze in A, con maglie di Cagliari, Messina, Livorno e soprattutto Roma. Con addosso la divisa giallorossa si è tolto anche lo sfizio di partecipare alle competizioni europee, scendendo in campo per nove volte nella Coppa Uefa 2005/06.

Un ruolo importante nella sua carriera l'ha avuto senza dubbio Giampiero Ventura, da lui conosciuto nel 2008/09, quando l'esterno di centrocampo è sceso in B per vestire la maglia del Pisa. In cadetteria, però, ha vissuto una sola stagione, perché il tecnico ha poi deciso di portarlo con sé nella sua esperienza barese, dove la freccia nera, come è stato comunemente chiamato dalla piazza, ci ha messo pochissimo per conquistare i tifosi biancorossi. 

La prima stagione è stata un successo: Alvarez ha collezionato 37 presenze in campionato ed una in Coppa Italia, ma il premio più grande è arrivato a campionato concluso. Il centrocampista, infatti, è partito per il mondiale sudafricano, diventando uno dei cinque giocatori ad avervi partecipato durante la militanza biancorossa. Dopo un secondo anno al di sotto delle aspettative, il giocatore è passato prima al Palermo, dove non ha inciso, per poi passare in Romania alla Dinamo Bucarest.

La sua carriera l'ha chiusa due stagioni fa, dopo l'avventura in patria con la maglia della Platense. Negli occhi dei tifosi biancorossi, però, resta il ricordo delle folate sulla fascia e di uno dei pochi giocatori in grado di portare i colori del Bari durante un mondiale.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 20 Novembre 2019 alle 16:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print