Giovanni Cornacchini è il principale tema di discussione in questo inizio di stagione in casa biancorossa. Il primo mese di partite ufficiali è stato oggettivamente al di sotto delle aspettative, sia per una questione di risultati che di prestazioni. Una buona parte dei supporter biancorossi non è convinta che il mister possa essere l'uomo giusto per guidare la squadra alla promozione. Troppe incognite: dal modulo alla gestione dei giocatori ma in particolare la mancanza di una chiara idea di gioco. I dubbi dei tifosi derivano anche dalla passata stagione, dove in D si è dominato senza però entusiasmare. Il messaggio della piazza è chiaro: il Bari può fare di più, giocare in questo modo potrebbe non bastare per raggiungere l'obiettivo. Non manca, infatti, la paura di dover rimanere più di un anno in una categoria così insidiosa come la C. 

Al contrario la società pubblicamente ha sempre difeso l'operato del tecnico. A partire dal club manager Matteo Scala, che ha chiesto ed ottenuto la sua riconferma, ma anche dagli stessi calciatori che non hanno mai dato adito a polemiche o a dichiarazioni discutibili. Gli ultimi attestati di stima importanti sono arrivati dal numero uno, Luigi De Laurentiis. Il presidente ha richiesto unità e partecipazione (evidentemente deluso dal numero degli abbonati) ma soprattutto cercato di placare gli animi dei tifosi in modo deciso, esponendosi pubblicamente e non condividendo le folli pressioni e critiche nei confronti di Cornacchini. La risposta del pubblico non si farà attendere, pronto a supportare la squadra a prescindere e già enormemente carico per la il big match contro la Reggina. 

Tuttavia nelle segrete stanze dei bottoni si stanno iniziando ad effettuare delle valutazioni a riguardo. La fiducia c'è, ma non è illimitata. I prossimi 40 giorni risulteranno decisivi, il "dateci un po' di tempo" di LDL non è casuale. Il Bari è atteso da nove turni di campionato, ricchi di tanti scontri diretti (Reggina, Ternana, Catanzaro e Catania). La squadra dovrà crescere sotto molti punti di vista per evitare clamorosi colpi di scena. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 12 Settembre 2019 alle 19:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print