Salgono a 1803 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 1712 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 956 test in tutta la regione, di cui 91 sono risultati positivi. 

I casi positivi sono cosi suddivisi: 22 in Provincia di Bari; 8 in Provincia Bat; 0 in Provincia di Brindisi; 52 in Provincia di Foggia; 10 in Provincia di Lecce; 5 in provincia di Taranto. Sono stati registrati 19 decessi: 9 in provincia di Foggia (77, 66, 89, 74, 69, 93, 84, 69, 63 anni), 4 in provincia di Bari (90, 87, 67, 78 anni) , 3 in provincia di Lecce (97, 93, 86 anni), 2 in provincia di Brindisi (83 e 87 anni) e 1 in provincia di Taranto (40 anni). Con i dati odierni, i deceduti in Puglia salgono a 110.

La Regione Puglia è riuscita ad acquistare 35mila mascherine Ffp3 autonomamente. "Un piccolo segnale - commenta il governatore Michele Emiliano, come si legge su Repubblica edizione Bari - ma importantissimo: è stata effettuata questa mattina la prima consegna di mascherine Ffp3 grazie a una autonoma iniziativa della Regione Puglia. Stiamo andando avanti con le nostre forze in attesa degli aiuti da parte dello Stato che spero arrivino presto nelle quantità sufficienti. Come è noto - precisa Emiliano - questi rifornimenti non sono arrivati nei tempi previsti da parte della Protezione civile nazionale, e nei reparti Covid c'è una urgenza assoluta di approvvigionamenti di mascherine Ffp3 così come degli altri dispositivi. Questa consegna ci consente di avere autonomia ancora per qualche giorno".

Nuova circolare del Viminale che regolarizza le attività motorie consentite: "E' da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all'aperto, purché in prossimità della propria abitazione. L'attività motoria generalmente consentita - precisa il testo -  non va intesa come equivalente all'attività sportiva (jogging)". Possibile invece camminare "in prossimità della propria abitazione", ma resta "non consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici".

Altro focolaio in un centro per anziani nel barese. Dopo il caso del 'Giovanni Paolo II' di Putignano, è notizia di oggi la positività di 25 persone nel centro per anziani e disabili 'Nuova Fenice' di Noicattaro. Tra i positivi, riporta la Asl in una nota, ci sono anche direttore sanitario e caposala. "Come da protocollo, i pazienti positivi sono in isolamento e sorvegliati attivamente. Sono stati messi in sicurezza e - prosegue la nota - isolati all'interno della struttura, con la sorveglianza medica della direzione sanitaria e la sorveglianza epidemiologica del Dipartimento. Nei prossimi giorni saranno eseguiti tamponi sugli altri ospiti".

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 20:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print