Il mercato si avvicina. Oggi il club manager biancorosso Matteo Scala è intervenuto sul tema a RadioBari: "Moreo e Lanini? Sono boutade. Soprattutto Moreo sarebbe un sogno: difficilmente scenderà in Serie C, abbiamo avuto un contatto quest'estate ma il calciatore ha preferito rimanere in B. Stiamo cercando di trovare le soluzioni migliori. Il mercato di gennaio è di attesa rispetto a quello estivo. Dobbiamo cercare i calciatori che, magari in categorie superiori, non rientrano nei piani delle società. A gennaio chi ha i calciatori importanti se li tiene".

Scala sviluppa ancor più approfonditamente... "Le priorità? Io credo che sia evidente un dato: questa squadra ad oggi ha un problema negli ultimi minuti, quindi manca qualcosa nei ricambi e nel reparto avanzato. Chi è subentrato non ha dato le giuste garanzie fin qui: le richieste di Vivarini sono di andare a individuare calciatori che possano dare intensità e qualità fino alla fine. Le altre squadre 16 calciatori a livello di costanza li hanno, noi invece siamo carenti. Floriano, Ferrari e Neglia? Non è una questione di prestazioni, ma di caratteristiche. Noi avevamo cominciato con un certo tipo di calcio, ora ne facciamo un altro. Non è una questione di prestazioni deludenti, tutti si impegnano e danno il massimo".

"Spesso leggo i commenti, veniamo criticati - prosegue Scala - La Reggina sta rendendo molto più piccolo il campionato del Bari. Io sono abituato a guardare in casa mia, quello che stiamo facendo è qualcosa di straordinario. Si può migliorare, ma bisogna fare attenzione al mercato di gennaio, si rischia di fare danni. Non serve prendere tanto per prendere. Trovare le pedine giuste è il lavoro più difficile, il nostro obiettivo è trovare le persone giuste, non bisogna sbagliare assolutamente. Noi vogliamo rincorrere nel girone di ritorno, vogliamo consolidare le nostre prestazioni, il nostro obiettivo è compiere il miracolo: il salto di categoria. Calciatori che vogliono andare via purtroppo, o per fortuna, non ce ne sono: a Bari si sta troppo bene. Questo è motivo di orgoglio. I calciatori hanno il nodo in gola all'idea di spostarsi. Noi non mandiamo via nessuno: tutti vogliono rimanere qua, anche chi gioca poco. Nel corso delle settimane ci saranno opportunità di mercato. Arrivi di nuovi calciatori già per inizio gennaio? La speranza è di trovare i calciatori giusti il prima possibile, ma conosciamo le dinamiche. Succede tutto nell'ultima settimana. Purtroppo è un mercato difficile".

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 13 Dicembre 2019 alle 09:15
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print