Alla luce dei risultati maturati nell'ultimo week-end il cammino del Bari si è fatto più tortuoso. Ogni ulteriore passo falso potrebbe essere deleterio, per cui le attenzioni di mister Vivarini e della squadra sono tutte focalizzate sul Picerno, prossimo avversario dei galletti domenica al 'San Nicola'. I lucani galleggiano nell'ultima posizione valida per disputare i playout, ma nonostante ciò sono un buon collettivo a cui il Bari dovrà prestare attenzione, per non compromettere ulteriormente i giochi promozione.

Un girone fa il Bari riuscì ad espugnare il campo di Potenza, dove gioca il Picerno, grazie alla rete di Simone Simeri. Vivarini, che veniva dal pareggio casalingo contro il Monopoli, decise di affidarsi all'ex Juve Stabia in tandem con bomber Antenucci per scardinate la difesa rossoblu. I due dimostrarono subito di avere il giusto feeling, con l'attuale capocannoniere del girone che colpì la traversa a metà del primo tempo, e la sua spalla che siglò la rete decisiva su azione d'angolo.

Quella col Picerno è stata la partita della rinascita per Simeri, messo ai margini del progetto da Cornacchini appena una settimana prima, ma che da lì in avanti è diventato imprescindibile per gli equilibri di Vivarini. Il Bari quella sera si ritrovò, con Vivarini che poté festeggiare il primo successo in biancorosso. Da allora è partita la rincorsa al primo posto, prima occupato dalla Ternana e successivamente dalla Reggina. Una rincorsa che non vuole fermarsi proprio adesso.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 12 febbraio 2020 alle 10:45
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print