La gara di domani sera al 'San Nicola' contro la Sicula Leonzio ha una grande valenza, per arrivare a giocarsi lo scontro diretto con la Reggina col morale alto. La gara di andata segnò l'esordio in campionato dei galletti, guidati allora da mister Giovanni Cornacchini. I biancorossi erano reduci dalla clamorosa eliminazione dalla Coppa Italia di Serie C per mano dell'Avellino e non potevano permettersi ulteriori passi falsi.

La partita. Il Bari si approcciò bene al match colpendo una traversa con Scavone nei primi minuti. La gara fu molto maschia e combattuta, e solo un calcio di rigore conquistato da Terrani permise ai biancorossi di passare in vantaggio, con Antenucci che realizzò la prima rete in campionato dopo aver bucato la porta avversaria già altre due volte in Coppa Italia. Il Bari chiuse così il primo tempo in vantaggio.

Nella ripresa la gara si giocò ad una porta sola: quella di Frattali. Il portiere ex Parma con delle parate dal coefficiente di difficoltà elevato tenne in vita i biancorossi, che non si resero mai pericolosi, e si guadagnò la palma del migliore in campo. Il gol a tempo scaduto in contropiede di D'Ursi chiuse i giochi, ma negli occhi dei tifosi e degli addetti ai lavori quel Bari era troppo brutto per essere vero. 

A distanza di mesi le due squadre sono agli opposti della classifica, rispettivamente seconda e penultima. Bisogna sperare allora in una vittoria con molta meno fatica di quanto fatto all'andata.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 21 gennaio 2020 alle 22:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print