A prescindere da come andranno le ultime due gare di campionato, i prossimi playoff, per il Bari, saranno differenti da quelli persi, in finale, l’anno scorso. Perché, stavolta, la truppa biancorossa non partirà di certo con i favori del pronostico, dopo la stagione complicata che ha visto i galletti, pian piano, ridursi a lottare per un piazzamento, nemmeno di primissima fascia, utile per gli spareggi promozione.

La storia della Lega Pro, però, è ricca di esempi di compagini che, dopo un cammino non eccelso, hanno dato il meglio nelle partite da dentro o fuori, riuscendo a centrare la B. Sono almeno tre, dal 2014 ad oggi, le squadre che hanno vinto i playoff, per dirla alla anglosassone, da underdog della competizione.

L’impresa di partire sfavorito e trionfare è riuscita al Como, nel 2015. I lariani, nei cui ranghi militava anche Gabriele Rolando, oggi in riva all’Adriatico, terminarono quarti in graduatoria, nel girone A. Ma eliminarono in serie il Benevento, espugnando il “Vigorito” per 2-1, e successivamente, in gare di andata e ritorno, il Matera, sopraffatto solo ai rigori dopo due pari per 1-1, e la Bassano Virtus, ottenendo così l’accesso in cadetteria dopo 11 anni di assenza.

Stessa epopea visse nel 2018 il Cosenza, allora guidato dall’attuale allenatore dell’Avellino Braglia. I calabresi, con in rosa due vecchie conoscenze dei tifosi baresi come D’Orazio e Tutino, finirono la regular season addirittura in quinta posizione. I loro spareggi partirono, dunque, dai turni preliminari del proprio raggruppamento, proprio come rischia di dover fare quest’anno il Bari. I cosentini fecero fuori Sicula Leonzio, Casertana, Trapani, Samb  e Sudtirol, avendo ragione in finale del Siena.

L’anno seguente, invece, toccò al Pisa, terzo in classifica al termine della stagione. I toscani, che tra i pali potevano contare sull’ex Bari Stefano Gori iniziarono il loro percorso dai quarti di finale, eliminando in sequenza Carrarese, Arezzo e Triestina. Pagine di calcio rimaste nel cuore dei sostenitori di queste società. I ragazzi di Auteri, per restare nella storia del club, saranno presto chiamati a fare lo stesso.

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 23 aprile 2021 alle 11:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print