Intervenuto ai microfoni di RadioBari, mister Vincenzo Vivarini ha detto la sua sulla vittoria ottenuta al San Nicola contro il Catanzaro: “È stata una partita molto sofferta, abbiamo mostrato umiltà e sacrificio, concedendo pochissimo agli avversari. Il Catanzaro ci ha tenuti bassi, non facendoci giocare con facilità, andando in aggressione. Siamo un po’ andati in difficoltà nel primo tempo nel possesso palla, ma è venuta fuori la nostra solidità e la fase difensiva. Siamo stati bravi sul primo gol, nato da un lavoro di pressione su cui lavoriamo tanto, così come il secondo gol è stato di ottima fattura”.

Sulla fase difensiva, l’allenatore biancorosso ha commentato: “Questa applicazione e attenzione difensiva è indispensabile, ci aiuta nelle ripartenze. I campionati si vincono anche con la difesa. Oggi dovevamo esser molto più veloci nel riproporre il gioco in avanti, bisogna affinarlo in allenamento. Ogni settimana è un tour de force. Adesso è importante recuperare le forze, oggi si è girato a ritmi alti, la squadra ha risposto bene sotto l’aspetto atletico ma siamo andati in difficoltà con 4-5 giocatori. Con il Catania sarà stimolante, speriamo di fare una buona partita”.

Sul poco utilizzo di Floriano, Vivarini ha spiegato: “Ho parlato con lui in settimana. Roberto sta patendo il modulo, faccio fatica ad utilizzarlo nel 3-5-2 da mezzala o sulla fascia. Potrebbe giocare attaccante, ma lì ci sono altre soluzioni con caratteristiche diverse. È un giocatore di qualità, appena arrivato avevo provato un altro modulo ma le tante partite ravvicinate mi costringono a pensare al risultato. Mi dispiace penalizzarlo, ma lo ritengo un bravo giocatore”.

Chiosa finale sui meriti del Catanzaro e sulla strategia dei galletti: “Abbiamo trovato una squadra che palleggiava tanto, potevamo fare ripartenze ma soprattutto stare attenti a non perdere palla, perché abbiamo poca fluidità. Nel secondo tempo si è cercato di verticalizzare giocando con pazienza, vanno dati i meriti agli avversari che hanno fatto molta pressione”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 23 Ottobre 2019 alle 23:55
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print