Domani il Bari sarà in campo nella delicata trasferta contro la Casertana, penultima partita prima della sosta natalizia. Nella consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico Vincenzo Vivarini ha detto la sua sulla gara: "Quello che è stato conta poco, dobbiamo guardare avanti. Domani sarà un incontro particolare, con un avversario che in casa ha sempre fatto bene, così come noi in trasferta. Bisognerà curare i minimi particolari, perché quelli fanno la differenza. Ripartiamo dal primo tempo contro il Potenza, abbiamo espresso una qualità di gioco molto alta e dimostrato di saper stare in campo: questo ci deve dare autostima e sicurezza".

Spazio ad un commento sull'assenza di Valerio Di Cesare: "Sta facendo molto bene, ora dobbiamo pensare a soluzioni altrettanto valide. Nel pacchetto difensivo siamo a corto di alternative, ma ci sono almeno un paio di giocatori che sono all'altezza della situazione".

Vivarini continua parlando dei subentri dalla panchina: "Dobbiamo fare senza dubbio meglio, ne abbiamo parlato toccando diversi punti. Noi dobbiamo essere capaci di giocare sotto stress, mi aspetto una buona consapevolezza della squadra per chiudere il girone d'andata al meglio".

Il tecnico si sofferma poi sul possibile ritorno alla difesa a tre: "È una soluzione che noi abbiamo utilizzato per diverso tempo e ci ha dato garanzie, vedremo. Costa più utile con quel modulo? Da lui mi aspetto in questa partita risposte dal punto di vista della consapevolezza e mentalità".

Un commento anche sugli indisponibili: "Oltre a Di Cesare, c'è Scavone che ha un problema alla caviglia, quindi non sarà della partita".

Chiusura sul percorso di crescita: "Ci manca ancora qualcosa, perché un paio di pareggi potevamo evitarli".

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 14 Dicembre 2019 alle 13:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print