La prima parte di stagione del Bari è stata caratterizzata da prestazioni non sempre all’altezza, con partite in cui le trame offensive dei biancorossi, punto di forza della filosofia di Auteri, spesso sono state poco incisive. Il parco attaccanti, contrariamente alle aspettative, non sta ancora totalmente brillando.

Antenucci, apparso in alcune gare affannato, è a 4 gol in campionato contro i 5 realizzati in 10 gare la scorsa stagione. Stesso discorso, ma con infortuni e problemi che lo hanno tenuto lontano dai campi in questa stagione, per Simone Simeri: l’attaccante napoletano ha timbrato il tabellino solo a Potenza mentre lo scorso anno fu decisivo a Picerno e con una doppietta ad Avellino.

Stesso numero di reti per Marras, due a Bari così come nella prima parte di stagione al Livorno (ma in B) mentre è a secco Leonardo Candellone che anche a Pordenone non aveva trovato la via del gol nelle prime 10 partite dello scorso campionato. Un attacco, quello del Bari, che va a singhiozzi e che, soprattutto nei suoi uomini chiave, può e deve fare meglio.

Trend positivo, invece, per gli altri attaccanti della rosa: Eugenio D'Ursi è a quota due a dispetto dell'unico centro nella prima stagione con la maglia biancorossa. Il Tagliagole Montalto ha timbrato il cartellino già due volte mentre a Venezia a questo punto della stagione il gol era arrivato solo nella sfida al Cosenza. Un gol anche per Nicola Citro: trend positivo - almeno dal punto di vista realizzativo - a dispetto delle tante panchine di Frosinone un anno fa.

Sezione: News / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 19:30
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print