Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Comitato Tecnico Scientifico, Franco Locatelli, ha spiegato a Radio Marte la situazione relative alla quarantena in caso di contagio: "Il punto è questo: il mondo del calcio non può avere trattamenti diversi rispetto a quelli che vengono impiegati nel resto del Paese. La durata della quarantena dev’essere stabilito sull’intero territorio Nazionale. Se è di 14 giorni, deve essere di 14 giorni anche nel calcio. Poi, se in virtù dell’evoluzione della curva epidemica si cambierà la disposizione nazionale, allora si potrà cambiare e adeguarsi anche nel calcio”.

Sulla riapertura degli stadi: "Direi che, come abbiamo fatto nelle ultime settimane nell’ottica della ripresa, dobbiamo fare anche in questo caso un passo per volta. Dobbiamo perseverare in un approccio prudente - riporta tuttomercatoweb.com - rifletteremo tra qualche settimana su questa possibilità. Tutto però dev’essere fatto con assoluta gradualità e i numeri delle curve devono continuare a confortare anche nel futuro".

Sezione: News / Data: Sab 06 giugno 2020 alle 23:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print