Intervenuto nella trasmissione 'Noi siamo Potenza' sui canali ufficiali del club lucano, il difensore del Potenza Emerson ha parlato del match di domenica contro i biancorossi: "Non penso che a nessuno siano tremate le gambe. Giocare una partita contro una squadra importante come il Bari in uno stadio come il 'S.Nicola' deve essere solo un motivo d'orgoglio, sia per chi è titolare sia per chi è in panchina. Loro sono una grande squadra, con grandi nomi, e sono partiti forte perché sapevano che dovevano fare quel tipo di partita. Ho rivisto la partita e ti devo dire che più che merito loro secondo me sono le imprecisioni nostre ed errori frenetici che hanno influito. Sono stati bravi a sfruttare le occasioni che hanno creato, ma poi si è vista una sola squadra in campo"

Sulle decisioni arbitrali...: "Sono incazzato e rammaricato e per il risultato. Non parlo del mio gol, dato che non l'ho manco rivisto. Tutti hanno dato anima e cuore. Abbiamo perso una partita dove abbiamo dominato 70 minuti, concedendo due occasioni. Abbiamo dimostrato di essere alla pari con tutti. Antenucci si butta platealmente sul rigore che chiede il Bari. Lo stesso Simeri sul contatto con me, mi si butta addosso. Sabbione prende la palla, non è rigore. Mentre su Costa c'è poco da dire. Se c'è una regola deve essere quella per tutti"

Sezione: News / Data: Mer 11 Dicembre 2019 alle 14:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print