Ospite negli studi di TeleBari, Giovanni Terrani ha parlato a tutto campo, tra passato e presente: "La mia esperienza all'Inter? C'erano Benassi, Mbaye, Duncan e Bessa. Vincemmo la Next Generation. Maicon e gli altri big? E' stata un'esperienza unica, non è da tutti aver la possibilità di interagire con questi campioni. Il non riscatto dell'Inter fu un colpo duro. E' mancato un po' di amore per lo sport: a quell'età non capisci quanto è importante, ho fatto un po' di cavolate. Con la maturità di adesso non farei quegli errori. Bisogna sempre credere in se stessi. Il mio gol di domenica alla Dybala? Lui mi piace tanto, cerco di rubare il più possibile".

Su Vivarini: "Crede in me, mi fa enorme piacere, è un ruolo quello del trequartista talmente importante in questo modulo che devo ripagare il tutto. Fino all'anno scorso ho giocato esterno o seconda punta. C'è tanto da lavorare, devo essere decisivo. Vivarini mi chiede di essere decisivo nell'ultimo passaggio, vuole tanta complicità con i due attaccanti".

Sulla città di Bari... "Mi piace molto. Il centro storico è davvero molto particolare. Mi son trovato subito bene nonostante sia la mia prima volta al Sud. La differenza tra il calcio del sud e il nord? Sicuramente le squadre qui al sud son più seguite: c'è sempre l'adrenalina di giocare davanti a tante persone. C'è questo aspetto positivo, ma anche negativo: il pubblico può intimorire, ma il campo verde è sempre uguale. C'è un po' più di agonismo".

"Ferrari? A me ha sempre impressionato: a Piacenza era una forza della natura. Corazza? Mi aspettavo i suoi gol, ha un gran fiuto del gol", prosegue Terrani

A Caserta il Bari non ha mai vinto, il fantasista commenta: "Sappiamo che è una partita durissima. Siamo belli carichi, la stiamo preparando bene, stiam vedendo molti video, riusciremo a fare un'ottima partita. Sicuramente sarà molto tattica, si giocherà sugli episodi".

Terrani conclude con la scelta di questa estate... "Quando mi ha chiamato il Bari ero contentissimo. E' una piazza in cui parecchi calciatori vorrebbero giocare: non è un caso che calciatori come Antenucci e Costa siano scesi qui da categorie superiori".

Sezione: News / Data: Ven 13 dicembre 2019 alle 23:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print