La Puglia è terra di passione e di tifo. Sono tante le tifoserie calorose che sostengono e difendono i propri colori nel bene e nel male. Nella storia ultracentenaria del Bari ci sono stati tanti derby con le altre cugine pugliesi. Ripercorriamo questi magici duelli interregionali, dalle blasonate rivali alle piccole cenerentole. Dopo la precedente puntata che trattava le sfide con il Bitonto, ci spostiamo in Capitanata a Foggia.

La rivalità con i dauni è una delle più accese della Regione, tanto che la sfida tra le due compagini è denotata con il termine derby d'Apulia. Il primo storico precedente tra le due città risale nel girone pugliese di prima divisione del 25 novembre 1923 e fu un Liberty Bari-Foggia, giocato a Bari e finito 2-0 per il Liberty (la denominazione della società dell'epoca). In totale si contano 46 precedenti, con un bilancio abbastanza in equilibrio, ma che vede sorridere il Bari: 17 vittorie biancorosse, 14 pareggi e 15 sconfitte.

Le gare sono andate in scena in tutte le categorie, dalla Serie D alla Serie A. Memorabili sono quelle in massima serie, entrambe risalenti agli anni novanta in cui i satanelli scrivevano pagine di storia calcistica italiana nel mito di Zemanlandia. Il primo derby d'Apulia in Serie A fu disputato il 3 novembre 1991 allo Stadio Pino Zaccheria di Foggia e vide i rossoneri imporsi sul Bari per 4-1, con tripletta di Ciccio Baiano e Signori, mentre per i galletti segnò Giampaolo. Al ritorno al San Nicola il Bari di Zibì Boniek niente poté contro la squadra allenata da Zeman, che si impose nuovamente, questa volta 3-1, con reti di Baiano, Shalimov e e Kolyianov, mentre per i locali segnò Platt. Nella stagione 1994-95, il Bari vinse il derby al San Nicola il 4 dicembre 1994 per 2-1, con gol di Tovalieri e Amoruso, con Di Biagio che andò a segno per gli ospiti, mentre la sfida del girone di ritorno a Foggia si chiuse con un pareggio per 2-2, con doppietta di Pedone per i biancorossi e gol di Di Biagio ed autorete per i dauni.

Capocannoniere del derby d'Apulia è Paolo Erba del Bari, che con 5 reti comanda la classifica marcatori seguito a quota quattro da Maurizio Iorio (sempre per il Bari), Ciccio Baiano e Benedetto Benedetti per il Foggia. La vittoria più larga per il Bari risale al match di Coppa Italia 1958/59, con i galletti che si imposero al Della Vittoria per 5-1. La sconfitta più larga biancorossa è un 4-0 inflitto a domicilio dai cugini rossoneri, risalente alla Serie B 1968/69.

Tra le partite più memorabili da ricordare c'è il pareggio per 1-1 allo Zaccheria del 9 giugno 1997, in cui al gol di Ventola (che si arrampicò sull'inferriata sotto il settore stracolmo di tifosi arrivati da Bari) rispose Colacone. A restare negli annali fu però l'arbitro Collina, che ad inizio secondo tempo, causa una bottiglietta lanciata dalla curva Sud foggiana all'indirizzo del portiere barese Jimmy Fontana, decise di invertire le squadre in campo. Anche l'ultimo derby d'Apulia a Bari tra le due squadre è da ricordare. I ragazzi di Grosso affrontarono da capolista i cugini in un match davanti a 35.000 spettatori ed una coreografia passata alla storia. A decidere la gara fu il figlioccio di Bari, ma foggiano di nascita, Galano che all'ultimo minuto decise la contesa.

Il derby manca da due anni, ma chissà che non possa ripetersi nella prossima stagione. Il Bari, impegnato per i playoff promozione, si sta giocando la Serie B, ma in caso di malaugurata permanenza in Serie C potrebbe ritrovarsi i satanelli, che presenteranno domanda di ripescaggio in terza serie, con buone chance di risalita. Inutile dire che tra le due tifoserie non ci sono buoni rapporti, seppur non ci siano mai stati scontri o rappresaglie tra le due fazioni.

Sezione: Amarcord / Data: Sab 27 giugno 2020 alle 17:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print