La Puglia è terra di passione e di tifo. Sono tante le tifoserie calorose che sostengono e difendono i propri colori nel bene e nel male. Nella storia ultracentenaria del Bari ci sono stati tanti derby con le altre cugine pugliesi. Ripercorriamo questi magici duelli interregionali, dalle blasonate rivali alle piccole cenerentole. Dopo la precedente puntata che trattava le sfide con il Maglie, ci spostiamo nel Sud-Est barese.

L'8 marzo 2018 il Bari di Fabio Grosso ha affrontato in amichevole il Trulli e Grotte, squadra che all'epoca disputava il campionato di Promozione pugliese. Il nome del club, abbastanza bizzarro, ricalca le caratteristiche tipiche del territorio del Sud-Est barese. In particolare la piccola realtà racchiude in sé tre città: Castellana Grotte (Grotte), Alberobello (Trulli) e Putignano (un piccolo Farinella, maschera tipica della città famosa per il suo carnevale, nello stemma). 

La gara, finita impietosamente 11-0 sul terreno dell'Antistadio del 'San Nicola' per i galletti, ha rappresentato l'unica sfida tra il Bari ed una squadra di questo territorio della sua provincia. Motivo di grande orgoglio per dei ragazzi di piccoli comuni baresi avere l'occasione di affrontare, seppur in amichevole, i propri idoli e beniamini della squadra che tifano. Ad andare a segno ci hanno pensato Galano e Improta (doppiette), Anderson, Tello, Kozak (su calcio di rigore), Basha, Nenè, Iocolano e Cissè. Per l'occasione la società gialloverde ha donato anche una statuetta alla dirigenza biancorossa per ricordare l'evento.

Oggi il Trulli e Grotte non esiste più, avendo ceduto il titolo all'Asd Arboris Bellis con sede ad Alberobello e che gioca in Promozione.

Sezione: Amarcord / Data: Sab 15 agosto 2020 alle 00:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print