Intervistato in esclusiva ai microfoni di TuttoBari, l’ex direttore sportivo di Andria e Catanzaro Pasquale Logiudice ha analizzato la sfida di domani che vedrà di fronte il Bari contro la sua ex squadra, soffermandosi sulle dinamiche che hanno portato all’esonero di Gaetano Auteri. Ecco le sue parole: “In questo momento il migliore dei galletti è Maita, è un giocatore che fa bene sia quando gioca da trequartista che quando gioca da mezzala, potrà fare male al Catanzaro. Io l’ho avuto in Calabria, in giallorosso ha fatto la sua miglior stagione”.

Continua Logiudice: “Sicuramente non mi aspettavo una situazione di classifica del genere o quantomeno non mi aspettavo un distacco così importante dalla Ternana, anche se ritengo, avendo avuto Auteri, che forse molti giocatori non erano adatti alle sue caratteristiche di gioco”.

Sulla gestione di Gaetano Auteri: “È chiaro che Auteri sia arrivato con grandi aspettative, quando non arrivano i risultati difficilmente la gente ti ama, sono i risultati che alla fine ti fanno creare la sinergia con la piazza. Quando le cose non vanno per il verso giusto è naturale. Non credo che la colpa sia soltanto di una persona anche se in questi casi paga sempre l’allenatore. Ritengo che una volta che viene scelto Auteri e conosci la tipologia e le metodiche dell’allenatore devi cercare, nel limite del possibile, di assecondarlo nelle caratteristiche dei giocatori. Anche noi l’anno scorso abbiamo commesso un errore esonerando Auteri. Esonerare a stagione in corso un allenatore come Gaetano porta delle difficoltà anche all’allenatore che gli subentra, dato che vengono cambiate metodologie tecnico-tattiche e sicuramente anche tante cose per quanto riguarda la tipologia di allenamento. Per un allenatore che subentra andare a rimodulare una squadra non è facile. Anche l’anno scorso a Catanzaro si era creata una situazione particolare, durante la stagione si erano formate delle fazioni pro Auteri e contro Auteri, uno stato ingarbugliato che non ha giovato alla squadra”.

Riguardo la sfida tra pugliesi e giallorossi: “Fino a poco tempo fa era impensabile che il Catanzaro potesse insidiare il Bari per una posizione migliore. Oggi i calabresi sono nelle condizioni di farlo, non tanto per lo stato di forma del Catanzaro ma per come si sta esprimendo il Bari. Pensavo che le difficoltà dei galletti fossero finite dopo la partita con la Ternana, con cui hanno perso immeritatamente avendo avuto un’espressione di squadra forte. Quella partita aveva fatto ben sperare. Dopo aver visto giocare il Bari contro la Casertana credo che il Catanzaro possa aspirare a superare il Bari”.

Chiosa finale sull’elemento migliore della rosa calabrese: “Il giocatore che ha spostato spesso gli equilibri nel Catanzaro è Massimiliano Carlini. Gioca bene tra le linee, si muove bene da centrocampista offensivo, ha fatto otto reti e soprattutto se il Bari dovesse giocare a due in mezzo al campo lui è molto bravo a mettersi tra il difensore e il centrocampista e potrebbe creare dei problemi a Marras e compagni. Credo che il risultato finale sarà un pareggio”.

Sezione: Esclusive / Data: Sab 20 marzo 2021 alle 17:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print