Boniek, ex allenatore biancorosso, torna sulla sfortunata avventura sulla panchina del Bari: "C’erano buoni elementi ma avevamo delle carenze. Ricordo come se fosse oggi che suggerì ai dirigenti di prendere due giocatori ancora sconosciuti ma bravi, Zamorano e Weah. Mi guardarano meravigliati e continuammo a giocare senza attacco. Ma non vorrei far ricadere tutte le colpe su di loro. Avevamo anche un giocatore importante come Platt, oltre a Boban e Jarni che arrivarono dopo. Boban prese l’epatite e non riuscì a dare il contributo che ci aspettavamo. Avessimo avuto un rapinatore d’aria non saremmo mai retrocessi", le parole rilasciate al Corriere dello Sport, riprese da tuttocalciopuglia.

Sezione: Gli ex / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 19:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print