Sorpresa Giancaspro: rifiutata offerta da un fondo. RIVIVI IL LIVE

14.07.2018 21:20 di Redazione TuttoBari  articolo letto 67197 volte
Sorpresa Giancaspro: rifiutata offerta da un fondo. RIVIVI IL LIVE

21.46 - Stando a quanto raccolto dalla nostra redazione, Giancaspro avrebbe oggi rifiutato un'offerta da un fondo d'investimento inglese.

21.22 - "Ripartire dalla Serie D sarebbe uno smacco enorme per un'intera città", il pensiero di Bergossi ai nostri microfoni.

19.01 - Nicola Legrottaglie a TuttoBari.com sull'intervento di Radrizzani: "Lui ha dato la sua disponibilità a visionare tutte le carte del Bari. Ma da qui a dire che l'operazione andrà a buon fine, ce ne vuole. I tempi sono molto ristretti".

18.35 - "Siamo in attesa di novità, credo che domani mattina sapremo qualcosa". Così il sindaco Decaro poco fa a TuttoBari.com.

17.08 - Parla Pasquale Bacco ad Antenna Sud: "Noi Meleam abbiamo la disponibilità per l'intervento di 3 milioni che ci è stato chiesto. Chiediamo una due diligence di 24 ore, ci sono troppe voci, si va da 1 milione a 15 milione di debiti. Non possiamo accettare di versare 3 milioni sul conto corrente di Giancaspro, chiediamo che la garanzia venga data in un altro conto, e contestualmente chiediamo l'impegno da parte di Giancaspro a vendere le sue quote perché capirete che si è in una piena incompatibilità. C'è tutto il tempo, spero ci sia dato spazio".

16.23 - Nelle scorse ore sono arrivate le parole dell'ex attaccante Kutuzov, alle prese in modalità diretta con la ricerca di finanziatori: "A me farebbe piacere se il Bari possa salvarsi, vedremo quello che sarà possibile fare nel concreto. Da parte mia non ci sarebbe alcun problema riguardo la categoria in cui il Bari giocherebbe,  se il progetto dovesse andare a buon fine io sarei concentrato sulla parte tecnica, qualora si disputasse un campionato di serie D ci vorrebbe più tempo", ha dichiarato il bielorusso a barinelpallone. Quello di Kutuzov sarebbe un nuovo tentativo diretto da parte di un ex, dopo quello che avrebbe visto coinvolto come intermediario Legrottaglie (la cui pista è data però già per sfumata).

16.11 - Passano le ore, tutto tace. Qualche telefono risulta staccato. Il mondo del pallone barese assiste a quella che in questo momento sembrerebbe una lenta agonia, né la notizia diffusa stamani sull'istanza di fallimento presentata dalla Procura sembrerebbe avvantaggiare l'intervento di altri soggetti: a preoccupare è presente e futuro del club.

16.07 - "Non ci si comporta così, non si gestiscono le società in questo modo, è uno scandalo, una vergogna". E' andato giù duro Antonio Di Gennaro, ex Bari, nelle scorse ore. La situazione, ormai drammatica, sta raccogliendo il convinto sdegno di tanti ex.

11.52 - Stando a quanto appreso dalla nostra redazione, sia Radrizzani che Brienza, due degli imprenditori che hanno mostrato interesse, hanno ricevuto la documentazione completa. Riflessioni dunque in corso.

11.50 - E' un weekend di drammatica attesa. Il Bari attende un sussulto disperato sul fronte societario. Entro lunedì alle ore 18 tutto dovrà tornare in regola, altrimenti inevitabile sarà il fallimento. Riuscirà il club a trovare i 3 milioni utili a ricapitalizzare? L'impresa appare ardua ma la speranza è l'ultima a morire.