La strana parabola di Neglia e Floriano: da trascinatori a comprimari

18.09.2019 16:00 di Redazione TuttoBari   Vedi letture
Fonte: di Andrea Dipalo
La strana parabola di Neglia e Floriano: da trascinatori a comprimari

Protagonisti assoluti della passata stagione ma ridotti a poco più che comprimari in quella corrente. Si tratta di Samuele Neglia e, soprattutto, Roberto Floriano, indomabili trascinatori nella cavalca che ha riportato pochi mesi fa il Bari tra i protagonisti.

Strano destino. Nella rivoluzione consumata durante il calciomercato, la società biancorossa ha pensato bene di ripartire da alcuni big del campionato dello scorso anno. Tra questi, appunto, Neglia e Floriano, che con le loro qualità e i loro gol (specie il secondo) hanno contribuito in maniera massiccia ed evidente alle vittorie del primo galletto targato De Laurentiis. Eppure, nonostante i nuovi acquisti non abbiano dato sinora una chiara dimostrazione di superiorità, i due esterni offensivi sono stati retrocessi a riserve. Di lusso, aggiungeremmo. 

Cambio di modulo. Ad incidere sul loro scarso utilizzo in campionato (83' minuti per Neglia, 97' per Floriano) anche lo stravolgimento tattico operato da mister Cornacchini, che nelle ultime uscite a schierato il suo Bari con un inedito 3-5-2, preferendo i più duttili Costa e Kupisz nel ruolo di esterni.

Nessuna buona all'orizzonte. A dispetto della non eccellente prova offerta contro la Reggina, il tecnico ha affermato di aver fiducia nel nuovo modulo che, di conseguenza, continuerà ad essere utilizzato nelle prossime gare. Se così fosse, per i poveri Neglia e Floriano sarà sempre più dura riprendersi quello spazio che, vista la concorrenza, meriterebbero di avere.  Anche a costo di dover rivedere nuovamente modulo e schemi.