Vivarini: "Lavoriamo per diventare squadra. Ternana? Niente paura"

12.10.2019 15:30 di Gianmaria De Candia   Vedi letture
Vivarini: "Lavoriamo per diventare squadra. Ternana? Niente paura"

Conferenza stampa di vigilia in casa biancorossa per Vincenzo Vivarini. Il tecnico si è così soffermato sul momento della squadra: "Sette punti in tre partite devono essere la normalità. Nostro obiettivo è essere sempre competitivi ed efficaci, rendere per le potenzialità che abbiamo e diventare una squadra importante. Quindi consolidare certi equilibri, padronanza di gioco e dare continuità ai risultati. In settimana ci siamo concentrati sul lavoro e sull'analisi di quanto avvenuto nelle precedenti partite. Dobbiamo valutare apprendimento e solidità. E' un test molto attendibile. Stiamo lavorando tantissimo dal punto di vista fisico per crescere d'intensità e velocità. Partita difficile e con alte motivazioni. Spero si veda spettacolo, una partita aperta. Campionato è molto lungo, se vinci domenica, non hai comunque fatto niente". 

Sulla Ternana: "Nessuna paura, solo rispetto. Hanno un gioco ben consolidato, semplice ma efficace. Hanno atteggiamenti in campo chiari, tendono ad allungare le avversarie anche con i lanci lunghi. Hanno tre attaccanti dinamici e bravi tecnicamente, Partipilo e Furlan, che saltano bene l'uomo e sicuramente ci metteranno in difficoltà. Hanno un modo di giocare particolare: 7 giocatori bloccati e i 3 davanti che trovano spazio. Tuttavia anche le nostre individualità possono creare difficoltà, possiamo metterli alle corde. Bisogna essere razionali ed equilibrati, aggredirli ed essere corti. I piccoli accorgimenti saranno determinanti".

Sul futuro della squadra: "Dobbiamo ancora capire le nostre potenzialità maggiori. Secondo me potremmo aumentare di tanto la nostra efficacia. E' una squadra con giocatori di qualità importanti per il campionato ma che non stanno giocando come Floriano e Terrani, che si possono inserire molto bene con i nostri attaccanti. Stiamo andando a piccoli passi per non approssimare niente". 

La condizione dei singoli: "Solo D'Ursi out. Si trascina un fastidio, di conseguenza è meglio fermarlo per averlo al pieno delle forze. Rientra Frattali, che ci può dare sicurezza. Folorunsho mi ha fatto un'ottima impressione ma è rientrato solo ieri. Ragazzo molto fisico e prestante. Ha tanta sostanza ma a livello tattico e tecnico può migliorare. Potrà essere molto utile alla causa. Schiavone sta bene. Il ruolo di play è determinante. Di conseguenza lui e Bianco possono essere una staffetta, fanno più fatica come mezzale. Stiamo pensando anche ad altro ma ora è così. Con le cinque sostituzioni non esisono titolari o riserve. Contro la Cavese i subentrati hanno fatto molto bene, questo deve avvenire anche nelle prossime"