Dopo due anni di assenza, mercoledì prossimo il Bari tornerà finalmente a disputare la Coppa Italia maggiore. L’ultima volta che ciò avvenne fu nella stagione 2017/18, e i biancorossi giocarono al Mapei Stadium di Reggio Emilia, dove furono sconfitti per 2-1 dal Sassuolo. Adesso, contro il Trastevere al primo turno, gli uomini di Auteri si affideranno al proprio mister per poter fare bene nel loro debutto assoluto. Il tecnico siciliano infatti, nella sua lunga carriera, ha disputato tante partite, ad alterne fortune, in questa competizione.

La prima gara da allenatore nella coppa nazionale avvenne con l’Avellino nel 2001/02. L’esordio però non fu felice, dato che a Monza lo Special One di Floridia perse per 2-1 al 93’. Fece un po’ meglio l’anno successivo, quando con il Crotone pareggiò a reti inviolate a Catania. Da segnalare, inoltre, il 4-1 al San Nicola nella terza ed ultima giornata del proprio girone: reti di Anaclerio, Valdés, Neqrouz e Spinesi tra i galletti, mentre Pagliarini rispose per i calabresi.

A Martina nell’annata 2003/04, nuova sconfitta in casa, questa volta all’esordio, per 1-2 sempre con il Bari. I gol furono a firma di Spinesi, Mitri e Valdés. Curiosamente questa fu l’unica sfida disputata dal Martina nel girone - composto anche da Teramo ed Ascoli - e chiuse ultimo a quota -2, per via di due punti di penalità legati alla protesta contro l’allargamento a 24 squadre in Serie B. Triste pure l’esordio con il Gallipoli nel 2006, a causa della sconfitta per 0-1 al cospetto del Verona.

Molto più soddisfacenti furono gli esordi con la Nocerina: nel 2011 Auteri vinse in casa col Foggia per 2-0, così come dodici mesi dopo effettuò il bis con la Paganese grazie alla vittoria di misura siglata al minuto 87.

Con il Latina, nel 2013, ricominciò invece il periodo nero. A Crotone, infatti, i laziali vennero eliminati dalla doppietta di Pettinari, accostato al Bari nelle scorse settimane di mercato. Anche a Benevento, malgrado la storica promozione in cadetteria conquistata qualche mese più tardi, l’inizio non fu dei migliori. Il Tuttocuoio effettuò il blitz con un gol quasi allo scadere, in un match condizionato dall’espulsione dell’ex Mattera nel secondo tempo.

Andò decisamente meglio a Matera, dove nel 2016 Auteri vinse con un rotondo 3-0 contro la Caronnese, mentre la stagione successiva si ripeté con la Casertana per 2-0. Ancora la Casertana è stata la sua ultima vittima in Coppa Italia lo scorso anno, quando con il Catanzaro trionfò in casa per 4-1, dilagando nei tempi supplementari.

Sezione: News / Data: Mar 22 settembre 2020 alle 00:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print