Ex alla ribalta: doppietta di Ceppitelli, Castrovilli illumina. Galano...

16.09.2019 19:00 di Gabriele Bisceglie   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ex alla ribalta: doppietta di Ceppitelli, Castrovilli illumina. Galano...

Il weekend calcistico da poco concluso è stato ricco di gol e spettacolo nei vari campi di serie A e B, in cui molti ex galletti si sono rivelati protagonisti, in bene ed in male, nelle loro rispettive squadre. Non sono mancate, inoltre, anche piacevoli sorprese.

Nel campionato maggiore, ha davvero colpito ed impressionato molti addetti ai lavori la prova maiuscola, contro la Juventus di Cristiano Ronaldo, sfoderata da Gaetano Castrovilli. Il giovane trequartista, nativo di Minervino Murge, ha confermato le buone prove già mostrate ad inizio campionato, risultando praticamente il migliore in campo dei viola nell’ultima importante sfida: cross, tiri e giocate di fino stanno mettendo in mostra tutto il suo indubbio talento

Altra dolce sorpresa è stata la prima doppietta in carriera di Luca Ceppitelli, decisiva nell'1-3 del Cagliari agguantato a Parma. Il difensore goleador ha prima sbloccato il match con un piattone destro, scagliato dall’interno dell’area, e poi ha realizzato il suo secondo gol con un colpo di testa, autentico marchio di fabbrica già ai tempi di Bari.

Protagonista in negativo, invece, Stefano Sabelli, autore di uno sfortunato autogol. Il suo Brescia, avanti per 3-1 contro il Bologna, si è visto rimontare completamente il match ed è uscito sconfitto dall’incontro. La rete del momentaneo pareggio è stata causata proprio dal terzino che, nel tentativo di anticipare l’avversario, ha scaraventato il pallone nella sua stessa porta.

Ex biancorossi mattatori anche in serie cadetta, dove nella sfida Cosenza-Pescara è andata in scena una sfida tra due vecchi compagni, simboli del Bari durante la meravigliosa stagione fallimentare. Nella gara, terminata 1-2 per gli abruzzesi, Daniele Sciaudone ha segnato il gol del pareggio con una botta dalla distanza, mentre Cristian Galano, scattato sul filo del fuorigioco, ha deciso il match a due minuti dal novantesimo.