Calma e gesso, in attesa dei playoff. Ad una settimana dalla fondamentale sfida con il Foggia, valida per il secondo turno degli spareggi promozione, il Bari sembra non avere fretta di programmare il futuro. Una stasi solo apparente, in realtà. Perché se è vero che i calciatori devono restare concentrati sul campo, per tentare di arpionare all’ultimo respiro il sogno serie B, la società si guarda intorno, alla ricerca di un nome spendibile per il ruolo di direttore sportivo.

Resterà certamente nei ranghi biancorossi Antonello Ippedico, che attualmente ricopre quella carica, ma è praticamente certo che torni, nella nuova stagione, ad occuparsi soltanto della sua mansione originaria di segretario generale. Il club, dunque, passa al setaccio i possibili profili d’interesse, che sono almeno tre.

Sui nomi, al di là della ridda di voci in corso, c’è riserbo, anche perché, in alcuni casi, ci sono dei contratti in essere con altre società, da rispettare. La scelta, dunque, è quella di attendere gli esiti delle prossime partite dei galletti, sperando che vadano il più avanti possibile. Il sogno della piazza, probabilmente, sarebbe Perinetti, attualmente sotto contratto con il Brescia. O un difficilissimo approccio con l’altro ex Angelozzi, oggi al Frosinone.

Più probabile, però, che si punti su un d.s. più giovane, anche se di comprovata esperienza. Complicato arrivare al perugino Giannitti, che ha appena tagliato il traguardo della promozione in cadetteria con la sua attuale compagine, con tanto di rinnovo automatico del vincolo contrattuale per un altro anno.

Nei prossimi giorni, dovrebbe delinearsi il futuro anche di un altro dei papabili accostati ai galletti, quel Roberto Gemmi che ha fatto molto bene a Pisa, ed attende novità dal magnate Knaster, che ha comprato la società toscana a gennaio. In ogni caso, è molto verosimile che, su questo fronte, le decisioni definitive vengano prese dal Bari a bocce ferme, una volta acquisito, nel bene o nel male,  il risultato stagionale.  

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 12 maggio 2021 alle 14:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print