Mister Vincenzo Vivarini è intervenuto in conferenza stampa per commentare la partita di domani pomeriggio tra Bari e Vibonese. "Ci sono delle defezioni a centrocampo, però bisogna sfruttare tutta la potenzialità della rosa e dare forza a chi scende in campo. Per domani abbiamo come alternative Folorunsho, Awua e Schiavone, ma anche Terrani e Floriano che abbiamo provato da mezzala. Le soluzioni ci sono e chi scenderà in campo farà bene", le parole del mister sull'emergenza a centrocampo.

Sulla partita...: "Sarà una sfida importante e complicata da affrontare. Bisogna sfruttare la concentrazione della squadra, ma adesso è necessario accelerare e tirare fuori il massimo. Abbiamo ancora dei problemi sull'equilibrio nel 4-3-1-2, per cui ripartiremo dal 3-5-2, in cui penso siamo riusciti a trovare l'equilibrio giusto, a prescindere dagli interpreti". 

Sul calendario...: "Ho guardato molto a questa partita, che è complicata. Bisogna fare un passo alla volta, programmi a lungo termine non mi piace farli. Ogni settimana ci sono insidie nuove e quindi dobbiamo andare cauti, con i piedi di piombo. Il nostro obiettivo fino a gennaio è quello di rimanere attaccati alla classifica. Per fare questo serve massima umiltà e applicazione".

Sulla Vibonese...: "Per domani servirà trovare tutte le soluzioni giuste per fare risultato. Loro corrono tanto e aggrediscono molto. Se gli capita la giornata giusta ti fanno anche tanti gol, come successe col Catania. Non bisogna sottovalutarli, nè noi nè i tifosi. Si soffrirà, ma se avremo lo spirito giusto che abbiamo avuto in queste partite allora l'affronteremo al meglio.

Sulla Reggina...: "Nel calcio improvvisare è difficile. La Reggina ha già lavorato l'anno scorso con attenzione e logica. Quest'anno hanno rivoluzionato la rosa e hanno una squadra competitiva e attrezzata. Si battaglierà fino alla fine. Noi abbiamo una storia recente diversa da loro. Nel girone di ritorno però sarà tutto da vedere, e speriamo la bilancia penda a favore nostro".

Su cosa bisogna migliorare...: "Il possesso palla, lo facciamo a spazzi. Inoltre siamo più continui sulla sinistra e non sulla fascia destra, ma questo dipende dalle caratteristiche individuali dei calciatori. La fase difensiva se i ragazzi sono attenti è ok. Nel possesso palla serve più lavoro, ma l'obiettivo è sfruttare di più la fascia destra e gli attaccanti". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 2 Novembre 2019 alle 13:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print