L'attenzione delle società calcistiche, in queste ore, non è rivolta solo alla possibile ripresa dei campionati, ma anche alle conseguenze economiche che questo lungo stop potrebbe avere sulle casse dei club. L'intenzione della FIGC, stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, è quella di tutelare i più deboli, ragion per cui sarà chiesta al governo la cassa integrazione per i giocatori, principalmente di B e C, che guadagnano meno di 50.000 euro.

Sezione: News / Data: Ven 27 marzo 2020 alle 00:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print