Intervistato da Radio Punto Nuovo, il presidente del Potenza Salvatore Caiata, ha parlato della ripartenza della Serie C. Riporta TuttoC.com: "I protocolli non sono previsti, come costi, dalla licenza nazionale. E’ quindi una spesa straordinaria e importante ma ad oggi non risulta che possano arrivare contributi. Per i contratti dei calciatori incontreremo l’Aic, ma per gran parte si tratta di trattative ad personam. Non c’è molto tempo per allenarsi, purtroppo è un rischio che dobbiamo correre, sempre perché si tratta di uno scenario fuori dell’ordinario".

Sulle riforme al campionato: "Il malato andrebbe curato quando è ancora vivo, curarlo dopo, non serve. Sembra che si vada verso una riforma sulla formula della selezione naturale. Non è Ghirellli che ha ‘perso’ nell’ultimo Consiglio Federale, ma ha perso il sistema Lega Pro. C’è però un altro tema importante: se viene fuori un positivo e quella squadra non può giocare per due settimane, cosa succede? Salta tutto? Va fuori solo quella squadra? E, se toccasse a me, chi mi rimborsa gli investimenti fatti? E’ una situazione paradossale che va affrontata subito”.

Sezione: News / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 21:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print