Sabato il Bari scenderà in campo nell'anticipo della quattordicesima giornata di campionato contro la Paganese. I padroni di casa, ancora a secco di vittorie al 'Torre', viaggiano nella parte destra della classifica e vorranno dare fastidio ai galletti di mister Auteri. Ai nostri microfoni è intervenuto il ds dei campani, Guglielmo Accardi, per presentare la sfida: "Siamo in un periodo tutto sommato positivo. Queste partite, indipendentemente dallo stato di forma, si preparano e si caricano da sole. Sono appuntamenti che esulano dal momento che stai vivendo, partite di cartello che ti danno quelle energie in più per affrontarle. Noi, come tutte le domeniche, non dobbiamo sbagliare nella consapevolezza che possiamo dare fastidio a tutti solo se mettiamo in campo quelle caratteristiche di lotta, fame e spirito di sacrifico che ci appartengono. Solo così possiamo sperare a fine partita di uscire con un risultato positivo. E' ovvio poi che non dovremo sbagliare nulla, restando concentrati per tutti i novanta minuti". 

La Paganese quest'anno è una delle poche squadre ancora senza vittorie casalinghe. Questo il commento di Accardi sul dato: "Probabilmente stiamo pagando l'assenza del pubblico. Anche se non facciamo numeri importantissimi sugli spalti, il clima della partita di casa sta mancando molto. E' anche vero che ci siamo andati vicini diverse volte, soprattutto con il Bisceglie e la Cavese. Non è un aspetto che ci preoccupa: sono state più le circostanze sfavorevoli che altro. Sappiamo che arriverà prima o poi la vittoria in casa. L'importante è dare continuità alle prestazioni, sia di squadra che individuali. Quest'anno abbiamo cercato di abbassare l'età media della rosa, essendo un dato legato al minutaggio della Lega Pro. In questa stagione siamo particolarmente giovani, avendo puntato su ragazzi del nostro settore giovanile. Siamo pertanto particolarmente contenti e soddisfatti, perché proprio da loro stiamo avendo risposte importanti". 

Un giudizio sul campionato, che ad oggi vede la Ternana capolista: "E' un campionato condizionato da una situazione nuova per tutti e che sta influendo inevitabilmente. La classifica ritengo sia veritiera, alla lunga i momenti buoni e meno buoni si alterneranno per tutti. E' un torneo che si conferma difficilissimo, con tante piazze importanti e squadre buone. Per vincere devi lottare fino alla fine e soprattutto contro tutti". 

Cosa manca al Bari per essere al livello della Ternana? Secondo Accardi è una questione di tempo: "Il Bari è una squadra tra virgolette nuova. Ha un mister arrivato qualche mese fa con giocatori nuovi e, a differenza della Ternana che è una squadra più rodata, ha bisogno di un periodo di assestamento per poter essere quella compagine che è stata immaginata da Auteri e dalla dirigenza. Ogni processo di crescita ha bisogno dei suoi tempi, che però forse il Bari non ha. E' un campionato dove ad oggi la Ternana sta provando a scappare. Bisogna conciliare la crescita di squadra alla necessità di fare punti. Gli avversari non ti regalano niente".

Sezione: Esclusive / Data: Gio 03 dicembre 2020 alle 14:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print