Bari è rimasta nel cuore di Roberto Goretti,oggi quarantaquattrenne, che con i galletti trascorse due campionati nei primi anni Duemila, con Guido Carboni in panchina.

Il dirigente, intercettato in esclusiva dalla nostra redazione, è reduce da un’esperienza da direttore sportivo del Perugia, squadra della sua città, e guarda con interesse ai progetti dei De Laurentiis ed all’idea di affidare la guida della compagine pugliese a Gaetano Auteri: “Vedo benissimo le prospettive di questo team. La proprietà ha scelto due uomini molto validi, per perseguire l’obiettivo della serie B, con il mister sul terreno di gioco e Romairone, come direttore sportivo. Sarà molto interessante capire come questa rosa applicherà sul campo il credo del suo tecnico, che ci ha abituato ad un calcio molto offensivo. Confesso di essere particolarmente curioso di vedere all’opera i biancorossi, quest’anno.”

Interrogato sull’assenza forzata del pubblico dallo stadio, a causa del Covid-19, l’ex centrocampista parla chiaro: “Dipenderà molto dalla personalità dei giocatori, anche questo potrebbe essere un fattore negativo per i pugliesi. Comunque, il calcio senza spettatori perde tantissimo. Giocare in un ambiente privo di tifosi non è un granché.”

Sezione: Esclusive / Data: Mar 15 settembre 2020 alle 18:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print