La prima gara del 2020 non ha portato grande fortuna ai galletti che pur usciti dal “Rocchi” di Viterbo con un pari strappato nei minuti di recupero, recuperano solo un punticino alla capolista Reggina, mantenendo ad oggi un distacco ancora notevole.  La nostra redazione ne ha parlato con il collega Salvatore Guastella, ex difensore dei galletti ed oggi opinionista per le televisioni locali: “La squadra scesa ieri in campo non mi ha fatto una buona impressione, le aspettative erano tante  e soprattutto c'è il rammarico di non aver accorciato il gap dalla capolista Reggina che finalmente ne ha persa una, ma non ci siamo riusciti. Questo pareggio va bene solo dal punto di vista statistico, visto che mister Vivarini mantiene l’imbattibilità da quando è l’allenatore del Bari e in parte perché la squadra ha cercato fino all’ultimo di venir meno ad una sconfitta che ormai sembrava concretizzata. Sono queste le cose positive nella gara di ieri. La squadra è mancata nella fluidità di gioco, elemento che nelle ultime uscite non era mai mancato, l’intesa tra i reparti, a tratti mi è sembrata una squadra senza idee con qualche pallone buttato lì. Probabilmente la squadra ha pagato la tensione per l’importanza della gara e la troppa foga, come dice mister Vivarini, anche se, a dire il vero, l’impressione è che la foga ce l’avesse la Viterbese e non il Bari. Una squadra che vuole vincere il campionato non può farsi sfuggire un’occasione così ghiotta sbagliando una gara importante come questa. Detto questo però, non bisogna buttare tutto il lavoro fatto fin qui dal tecnico”.

Per Guastella, la priorità sul mercato è il trequartista “Visto che Vivarini vuole giocare con il 4-3-1-2, quindi con il trequartista, mi sembra fondamentale che gliene trovino uno di comprovata efficacia, che abbia già giocato in quella posizione, senza adattare nessun altro. Io sinceramente guarderei anche qualcosa sulle fasce, dato che ieri non siamo riusciti quasi mai ad arrivare sul fondo. Ci siamo riusciti solo quando è entrato Costa, che è arrivato un po’ di volte sul fondo, tra l’altro Costa lo farei sempre giocare perché se vuoi vincere le partite devi avere calciatori propositivi. Mi auguro che Hamlili si riprenda in fretta dopo l’infortunio patito ieri, visti i tempi di recupero credo che a questo punto servirebbe qualcosa anche a centrocampo. Con questi piccoli ritocchi il mercato del Bari credo sia completo”.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 13 gennaio 2020 alle 19:30
Autore: Giosè Monno
Vedi letture
Print