Crede nella promozione dei galletti in B Ivan Loseto, ultimo esponente dell’omonima famiglia di calciatori, cresciuto con il biancorosso sulla pelle. Il terzino, figlio dello storico capitano dei galletti Giovanni, ha collezionato diciannove presenze con la maglia della compagine che ha sempre tifato, tra il 2006 ed il 2007. In esclusiva ai nostri microfoni dice: “La squadra non c’entra nulla con la categoria ed i pronostici sono tutti a favore del Bari. Bisognerà stare attenti alla condizione fisica del gruppo. La mancanza di partite vere, prima delle sfide decisive, può essere un problema. Ma la rosa del club di De Laurentiis è la più forte, per quanto si debba stare attenti ad avversarie di buon livello, come Padova e Ternana. Team costruiti anche loro per salire, con un organico di tutto rispetto. Attenzione, poi, alla Carrarese, che con gente come Tavano e Maccarone può puntare al salto in cadetteria.”

Il difensore, oggi trentaduenne, ha militato nella stagione in corso nella United Sly, ma il suo futuro non è ancora chiaro: “Non sono stato ancora contattato dalla società, non credo di rientrare nei loro programmi. Alla mia età, devo considerare anche gli aspetti lavorativi, perché, a questi livelli, non si vive solo di calcio. Quanto alla mia esperienza nel Bari, se ci penso provo molta amarezza. Avevo 19 anni, e giocare nella propria città, con quella casacca, è stata un’emozione unica. Per questi colori, avrei fatto anche il magazziniere. Sbagliai ad andar via quando arrivò Conte. Tentennai, ma alla fine mi convinsi a cambiare aria. E fu uno sbaglio.”

Sezione: Esclusive / Data: Dom 28 giugno 2020 alle 10:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print