Dopo 12 giornate di Serie C, il Bari è all’inseguimento della Ternana che con 8 vittorie di fila ha imposto, per il secondo anno consecutivo, un ritmo infernale al campionato.

Per i biancorossi un leitmotiv che si ripropone dopo la fuga vincente della scorsa stagione della Reggina che presenta preoccupanti e molteplici similitudini per i biancorossi. Arrivati a questo punto della stagione i calabresi avevano 28 punti, la Ternana ne ha 30. Il Bari, però, sta andando meglio: la distanza dagli uomini di Toscano era di 6 punti mentre quella potenziale dalle Fere è di 4 punti, un margine assolutamente riparabile.

La Ternana vive un momento magico e la profondità e qualità della rosa degli uomini di Lucarelli appare superiore all’organico della Reggina che ha permesso ai calabresi di scappare e vincere il campionato (interrotto a marzo). Se è vero che il campionato è lungo e con ancora tutto da dire per il Bari, è anche vero che la solidità e la coralità mostrata dalla Ternana, attualmente, legittima lo status di squadra più forte del campionato.

Cosa fare per evitare un Reggina-bis? Il Bari dovrà provare a giocare con le stesse armi che sia i calabresi che la Ternana hanno messo in campo per inscenare la fuga in avanti: quell’agognato filotto di vittorie consecutive che ai biancorossi manca a causa dei mezzi passi falsi che da due stagione, ciclicamente, si presentano.

Sezione: Focus / Data: Lun 23 novembre 2020 alle 20:30
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print