Henderson, che qualità: gol e assist. Anderson in difficoltà. Le pagelle

24.02.2018 17:45 di Mario Caprioli  articolo letto 13301 volte
TuttoBari.com
© foto di Federico Gaetano
TuttoBari.com

Terzo successo consecutivo per il Bari che, dopo Cremona, espugna anche il Liberati di Terni per due reti a uno. Biancorossi in vantaggio dopo tre minuti con lo scozzese Henderson. All'11' i padroni di casa trovano il pari con Defendi, ex dell'incontro. Ma il Bari ci crede e nella ripresa torna avanti grazie all'incornata vincente di Marrone. I biancorossi volano a quota 44 punti, in coabitazione con il Palermo, al terzo posto.

Di seguito le pagelle:

MICAI 6 Ad eccezione della rete dei rossoverdi, sulla quale non può nulla, non viene impegnato severamente;

SABELLI 6 Alterna cose buone ad altre meno positive. Bravo nel tenere a bada Carretta nel finale;

MARRONE 7 Attento in marcatura su Montalto. Trova la sua prima marcatura in maglia biancorossa con un preciso colpo di testa;

GYOMBER 6 Sicuro sulle palle alte, un po' meno quando si tratta di impostare la manovra;

D'ELIA 5.5 Perde Defendi in occasione del pareggio. Meno brillante rispetto alle ultime uscite;

BASHA 6 Funge da diga davanti alla difesa ma potrebbe verticalizzare di più;

TELLO 6 Nei primi 45 minuti sbaglia qualche pallone di troppo. Cresce nella ripresa;

HENDERSON 7 Strappi a metà campo, qualità palla al piede, assist e gol di pregevole fattura. Il ragazzo c'è e si farà;

GALANO 5.5 Non a suo agio nel ruolo di esterno sinistro. Con l'inserimento di Improta, torna a destra ma non incide;

KOZAK 5.5 Fa a sportellate con i difensori di casa ma a volta risulta troppo macchinoso. Nel finale si divora la rete dell'1-3;

ANDERSON 5.5 Ripete l'opaca prestazione dello Zini. La nuova posizione da esterno destro alto non esalta le sue qualità;

IMPROTA 6 Regala freschezza al reparto avanzato;

CISSE' SV

DIAKITE' SV

GROSSO 6.5 Conferma l'assetto delle scorse settimane, fatta eccezione per l'inserimento di Basha e Tello dal 1'. Anche stavolta ha ragione lui. Rimandato ancora una volta l'esperimento di Galano a sinistra e Anderson esterno alto a destra. Nel secondo tempo è una tarantola in panchina, venendo richiamato in più occasioni dal direttore di gara