Nel post gara Massimo Carrera ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo l’incontro appena concluso, ecco quanto riportato da RadioBari: "Abbiamo sbagliato l’approccio nel primo tempo: troppo statici e fermi, nessuno che attaccava lo spazio. Non abbiamo giocato il primo tempo, nel secondo si. Quando vai in campo pensando di aver già vinto una partita sulla carta, questi sono i rischi che corri. Se non vai in campo con la determinazione giusta puoi perdere con qualsiasi squadra. La retroguardia del Potenza si è difesa bene, noi abbiamo fatto scelte sbagliate quando avevamo la palla, potevamo riaprire la partita, ma quello che sottolineo è la mancanza di cattiveria e di gioco del primo tempo, c’è da lavorare.

Carrera continua: "Non eravamo dei fenomeni prima, non siamo dei brocchi adesso, sappiamo che ogni partita è diversa e sappiamo che se non vai in campo con la cattiveria giusta non è facile. Quando non ti muovi nello spazio fai fatica a giocare la palla, eravamo quattro attaccanti fermi e nessuno che attaccava, eravamo timorosi di giocare la palla, questa è stata la sintesi del primo tempo. Quando hai le occasioni per riaprire la partita devi far gol, nel secondo tempo abbiamo avute e non ci siamo riusciti.

Il commento degli episodi arbitrali e la chiosa sulla necessità di rialzarsi subito: "Posso capire l’ammonizione del secondo giallo, ma non la prima per proteste, è quello che devono capire, devono accettare le decisioni dell’arbitro.  Io non discuto mai le situazioni che succedono con l’arbitro, quello che mi preoccupa è l’approccio del primo tempo. Non sono forti quelli che non cadono mai ma quelli che si rialzano subito, capitano nel calcio queste partite, servono per diventare più grandi. Dobbiamo rialzarci subito e andare a Terni a fare la nostra partita".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 19:57
Autore: Michele Tedesco
Vedi letture
Print